The news is by your side.

L’incidente e la morte di Giulia e Rosario, la struggente lettera di addio di papà Maurizio

"Ti amiamo amore mio. Ti mandiamo un bacio lassù a te e anche al tuo amico del cuore che tanto adoravi, Rosario"

Sono ore di lutto a Corleone. Sono ore di lacrime e di tristezza per la tragica scomparsa di Giulia Sorrentino, 18 anni, e di Rosario Leto, 16 anni. Sono le parole di Maurizio Sorrentino che toccano il cuore. Tramite un post pubblicato su Facebook il padre di Giulia ha ringraziato tutti per la vicinanza alla famiglia colpita da questo terribile lutto. Poi ha scritto una struggente lettera alla figlia scomparsa prematuramente.

La lettera del papà Maurizio

“Cara Amata e Adorata Giulia figlia nostra e sorella del tuo amato e adorato fratello Alex e del tuo caro fratellino Rocco che tu amavi tanto qui con te nella foto. Per 18 anni hai riempito i nostri cuori con il tuo cuore la tua umiltà la tua saggezza e siamo stati orgogliosi di avere vissuto insieme a te tante pagine di amore nella nostra famiglia. Adesso hai lasciato un vuoto immenso. Ci manca quel vulcano che eri tu. Immensamente sempre insieme ci rivedremo. Ti amiamo amore mio. Ti mandiamo un bacio lassù a te e anche al tuo amico del cuore che tanto adoravi,  Rosario. Amici nella vita e nella morte. Sei il nostro Angelo più bello. E rimarrai nei nostri cuori per sempre. A presto. Il tuo Papà la tua Mamma e il tuo amato Fratello Alex e Rocco. Arrivederci amore mio”.

A Corleone Lutto cittadino

La nostra comunità è in lacrime per il tragico incidente stradale che ha strappato alla vita due giovani corleonesi nel fiore degli anni. L’amministrazione comunale esprime il proprio cordoglio e si stringe, in questo momento di grande dolore, alle famiglie dei due giovani”. Lo dichiara il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi che interpretando il comune sentimento della cittadinanza, in segno di rispetto e di partecipazione al dolore delle famiglie, ha proclamato per il giorno dei funerali, il lutto cittadino e l’esposizione delle bandiere del Comune a mezz’asta.

Le indagini sull’incidente

Un incidente su cui indagano i Carabinieri della Stazione di Corleone. L’ipotesi, ancora da accertare dai militari, è che alla guida dell’auto poteva esserci il 16enne. L’auto che è finita in un burrone e da cui sono usciti i corpi di Rosario e Giulia Sorrentino era del padre del ragazzo. Rosario era appassionato di auto. Per chiarire la dinamica dell’incidente e stabilire le responsabilità i militari della compagnia di Corleone devono sentire i due ragazzi che si sono salvati dalla tragedia.

Erano di ritorno da Prizzi

I due passeggeri di 19 e 17 anni anche loro di Corleone. Le condizioni dei due giovani sono in miglioramento. Sono ricoverati all’ospedale Bianchi e al Civico di Palermo. I quattro in auto avrebbero percorso la statale 118 verso Prizzi, per poi fare ritorno. Ma in paese non sono mai arrivati. In un tratto rettilineo della statale sono andati dritti nel burrone. Non ci sarebbero segni di frenata. Chi era alla guida avrebbe perso il controllo. Ma è il dolore che regna a Corleone.

I commenti sono chiusi.