Home In primo piano La droga della mafia di Palermo, arresti dopo servizio delle Iene (VIDEO)

La droga della mafia di Palermo, arresti dopo servizio delle Iene (VIDEO)

0

Operazione antidroga dei carabinieri a Palermo e Napoli. Misure cautelari per 8 persone. su richiesta della Dda, accusate di detenzione e cessione, in concorso, di sostanze stupefacenti.

Cinque sono finite in carcere e tre agli arresti domiciliari. L’indagine, avviata nel gennaio del 2019, coordinata da un pool di magistrati diretti dal procuratore aggiunto Paolo Guido, ha smantellato un’organizzazione dedita allo spaccio nel mandamento mafioso di Porta Nuova che aveva come base i quartieri di Borgo Vecchio e della Kalsa.

In particolare, l’indagine dello spaccio di droga al Borgo Vecchio e alla Kalsa, scaturisce da uno sviluppo investigativo dopo la denuncia presentata dal giornalista delle Iene Ismaele La Vardera che, nel corso della campagna elettorale per le elezioni amministrative di Palermo a giugno 2017, aveva avuto un incontro con alcuni soggetti che millantavano il ‘controllo’ del quartiere Kalsa, e si erano resi disponibili a procacciare voti elettorali in cambio di soldi.

Nel docufilm si vede il giornalista delle Iene che viene accompagnato da un ex consigliere comunale in un seminterrato nel quartiere della Kalsa, incontra un parente del boss mafioso Gino ‘U mitra’ Abbate”. Che avrebbe offerto un accordo per raccogliere voti nel quartiere. “Possiamo consegnare 300 voti in questo quartiere, ma vi costeranno 30 euro ciascuno. Qui la gente ha bisogno di cibo. Qui decidiamo per chi voterà la gente, altrimenti non voterà”.

Da quelle indagini è stata ricostruito il ruolo di alcuni soggetti imparentati tra loro nella gestione dell’attività di spaccio. Uno di questi, raggiunto dalla misura cautelare, anche se in carcere avrebbe organizzato acquisti e cessioni di droga in concorso con alcuni degli arrestati questa notte.

E’ stato confermato, come in tante altre operazioni, un canale diretto di approvvigionamento di hashish tra Palermo e Napoli che sarebbe stato rivenduto al dettaglio ai vari pusher nelle piazze di spaccio dei quartieri Borgo Vecchio e Kalsa. Nel corso dell’attività erano già state arrestate in flagranza di reato 3 persone e sequestrati circa 50 chili di stupefacente tipo hashish.

L’operazione di oggi a Borgo Vecchio e alla Kalsa è l’ennesima condotta in questi ultimi mesi a Palermo. Il 2 novembre allo Sperone con 58 misure. Il 23 novembre alla Vucciria con 11 misure. Il 30 novembre, Passo di Rigano con 12 misure. Il 6 dicembre, Partanna Mondello, Borgo Nuovo e San Giovanni Apostolo (ex Cep), i cui rifornimenti partivano da Ballarò con 31 misure. Il 14 dicembre, Pagliarelli con 8 misure. Il 15 dicembre, Brancaccio e Sperone con 11 misure.

Articolo precedenteMonreale, confiscati beni per 100 milioni a imprenditore
Articolo successivoTruffe sulle assicurazioni nel Palermitano, 3 arresti e 9 indagati (I NOMI)