Auto sulla folla fa una strage in Belgio, sull’auto c’erano due siciliani

A La Loviere si registrano al momento 6 morti e 27 feriti, Paolo Falzone, secondo quanto ricostruito, sarebbe stato alla guida della Bmw

Due uomini di origine siciliana si trovavano sull’auto che ha causato la strage avvenuta in Belgio durante una manifestazione legata al carnevale. Si tratta di due uomini originari di Comitini, in provincia di Agrigento, Paolo Falzone e Nino Falzone, 34 e 32 anni. Sono sue cugini nati in Belgio da genitori agrigentini ma da tempo residenti nella città belga.

A La Loviere, in Belgio, si registrano al momento 6 morti e 27 feriti. Ma il bilancio potrebbe salire ancora visto che 10 dei feriti sono in gravi condizioni.

Paolo Falzone, secondo quanto ricostruito, sarebbe stato alla guida della Bmw serie 5 nera che ha travolto la folla che festeggiava il carnevale di Strepy-Bracquegnies nel Belgio vallone. Il cugino Nino Falzone invece sarebbe stato al posto del passeggero. Le autorità del Belgio li hanno fermati ma resta da capire perchè l’auto ha travolto la folla, uccidendo 6 persone. Al conducente Paolo, sarebbero stati fatti dei test tossicologici.

Le vittime, tutti belgi, hanno cognomi che evocano origini italiane e non è escluso alcuni avessero la doppia cittadinanza: Frédéric D’Andrea, Fred Cicero, Laure Gara, Mario Cascarano, Micaela e Salvatore Imperiale. Sarebbero italo-belgi anche due dei feriti, tra i quali l’assessore di La Louvière Antonio Gava, che ha riportato la frattura a un piede e una distorsione del ginocchio. Diversi testimoni hanno riferito che la vettura era lanciata a tutta velocità e piombata sulla folla non ha cercato neppure di frenare.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale