statistiche accessi

Guerra in Ucraina, Biden: “Putin potrebbe sganciare una testata nucleare su Kiev”

Biden durante una conferenza stampa ha rilasciato una dichiarazione finita in pochi minuti sopra le più importanti testate nazionali

KIEV, ore 9:22 – Da ormai quasi un mese, le truppe russe hanno rotto la tregua con l’Ucraina, invadendola con il pretesto di proteggere le autoproclamate repubbliche indipendenti del Donbass. Nonostante il massiccio attacco degli ex-sovietici, l’Ucraina sta incredibilmente resistendo. Putin è sempre più escluso dalla scena politica internazionale e questo potrebbe portarlo a decisioni insensate, che riporterebbero le lancette dell’orologio indietro di 70 anni quando gli americani decisero di bombardare le due città di Hiroshima e Nagasaki con due bombe nucleari. Mai nella storia del mondo vennero utilizzati tali ordigni nucleari.

Soltanto ieri Biden durante una conferenza stampa ha rilasciato una dichiarazione finita in pochi minuti sopra le più importanti testate nazionali. Secondo l’intelligence americana infatti Putin starebbe meditando se utilizzare un ordigno nucleare per convincere l’Ucraina a una resa incondizionata. Certamente – hanno spiegato da Washington – non sarebbe una bomba attua alla distruzione del globo. La testata nucleare avrebbe un raggio poco più grande della bomba sganciata su Hiroshima, si pensa circa 1,2 chilometri.

Una scellerata decisione che potrebbe uccidere oltre centomila persone in pochi secondi, sciolti dal calore della bomba. Le radiazioni poi si propagherebbero oltre il confine ucraino, verso tutti i punti cardinali mettendo a rischio la salute dei cittadini europei. Intanto i capi di stato delle maggiori potenze mondiali sono già a lavoro per scongiurare una simile catastrofe.

I commenti sono chiusi.