The news is by your side.

L’aeroporto di Catania accoglie gli ucraini in fuga dal terrore

Fino a oggi, sono stati circa sessanta i passeggeri ucraini in fuga dalla guerra atterrati

0 16

La Società di gestione dell’Aeroporto di Catania, di fronte agli scenari bellici sempre più cupi e al potenziale arrivo di migliaia di profughi ucraini, ha pensato di creare alcune zone di accoglienza in vari punti dell’aerostazione per poter dare informazioni utili ed orientare i passeggeri in fuga dalla guerra.

Un’iniziativa solidale fortemente voluta dalla Sac e dalla Polizia di Frontiera che, nei fatti, rappresenterà il front office per i viaggiatori di nazionalità ucraina.

“Di fronte a quanto sta accadendo alle porte dell’Europa – afferma l’Amministratore delegato dell’Aeroporto di Catania, Nico Torrisi – ci è sembrato doveroso aiutare chi arriva nel nostro scalo in condizioni certamente disperate. Ringrazio la Polizia di Frontiera di Catania e la dirigente Patrizia Bilello, per la disponibilità e la sensibilità dimostrata, nella speranza che quanto avviato sia reso vano dalla fine delle ostilità e dal cessate il fuoco”.

Fino a oggi, sono stati circa sessanta i passeggeri ucraini in fuga dalla guerra atterrati a Catania: molti di loro arrivano dai paesi limitrofi all’Ucraina – soprattutto Polonia e Romania – ma anche da Germania e Turchia. Si tratta in prevalenza di donne, bambini e anziani.

Rispondi