Drone USA a Sigonella

I cieli della Sicilia tornano a essere solcati dai droni americani dopo un presunto stop di qualche giorno. Non è detto, infatti, che i velivoli senza pilota della US Air Force non abbiano volato in questi giorni. Stamattina dalla base americana di Sigonella è partito un Northrop Grumman RQ-4B è partito per le zone sotto assedio dalla Russia.

I droni rispuntano nei radar

L’ultimo volo di un Global Hawk era stato intercettato dai radar sabato scorso, fino a quel momento non sono stati tracciati nè i velivoli Nato e nemmeno velivoli USA. Questa mattina però, come certificano i radar, un USAF Northrop Grumman RQ-4B (firmato come FORTE10) è decollato da Sigonella per iniziare una nuova missione nel mar Nero. Ha prima sorvolato il mar Ionio, per poi passare sopra i cieli della Grecia, della Bulgaria, della Romania. In queste ore si trova in Polonia e si sta dirigendo verso il confine ucraino.

Cosa sta accadendo?

In tanti si sono chiesti come mai da Sigonella nel corso di questi giorni non siano partiti altri droni USA. La risposta non si conosce ma nulla esclude che i velivoli possano essere partiti comunque non attivando il radar. Quello che sappiamo è che il numero dei droni della Nato e degli USA in decollo da Sigonella è aumentato nei giorni antecedenti all’attacco russo. Da sabato questi voli non erano più tracciati. Inoltre, anche i voli di ricognizione sul confine orientale della NATO sono diminuiti di numero. Va comunque ricordato che il fatto che non sia stato possibile tracciare voli con droni da Sigonella non significa che tali voli non siano avvenuti, ma gli “asset” potrebbero aver operato con il transponder spento.

Da Pisa parte un C-130J per l’Ucraina

Intanto anche un C-130J dell’Aeronautica Militare Italiana è partito da Pisa San Giusto. La destinazione finale dell’aereo è l’aeroporto di Rzeszow Jasionka. Si tratta di uno scalo utilizzato da diverse forze aeree come hub per gli aiuti che diversi governi stanno inviando in Ucraina. Non sappiamo se questo volo sia legato all’invio di materiale bellico promesso dall’Italia all’Ucraina.

Articolo precedenteMisilmeri, scoperta sala scommesse abusiva, denuncia e multa per 50mila euro
Articolo successivoSoldato russo catturato, gli ucraini lo aiutano e fanno chiamare la madre (VIDEO)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui