Armi e furti a Misilmeri, scattano 3 arresti

Fermati un 44enne e due donne di 42 e 61 anni

I Carabinieri di Misilmeri, insieme allo Squadrone Eliportato Cacciatori di “Sicilia”, hanno eseguito controlli finalizzati alla repressione dei reati in materia di armi e contro il patrimonio. I militarihanno arrestato 3 persone del luogo, un 44enne e due donne di 42 e 61 anni, ritenute responsabili, a vario titolo, di detenzione abusiva di armi e munizionamento clandestine e di furto di energia elettrica.

Nel corso delle perquisizioni, operate a Misilmeri nelle abitazioni degli arrestati, i militari hanno rinvenuto un fucile calibro 12 “Browning” con matricola abrasa, una carabina calibro 4.5, un fucile calibro 9 “Beretta”, due pistole modificate con canna perforata e prive di tappo rosso, una rivoltella “Italo Gra” calibro 22, una pistola semiautomatica “Bernardelli” calibro 7.65, un silenziatore e circa 300 munizioni di vario calibro.

Le armi, sequestrate, saranno inviate al RIS dei Carabinieri di Messina per le analisi balistico-dattiloscopiche e per verificare se siano stata impiegate per la commissione di altri delitti.

I Carabinieri hanno anche arrestato per furto di energia elettrica un misilmerese di 39 anni.

Gli arresti sono stati convalidati dal Giudice per le Indagini Preliminari di Termini Imerese, che ha disposto, per i tre accusati in materia di armi, la misura cautelare degli arresti domiciliari

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.