Neonata grave in ospedale per overdose, genitori siciliani rischiano di perderla

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Una bambina neonata in overdose da cocaina e cannabinoidi. Un altro grave caso che arriva dalla Sicilia e che ha fatto scattare una indagine da parte della procura dei minorenni di Palermo.

La piccola gravissima in ospedale

La piccola, soltanto qualche settimana, è giunta all’ospedale di Licata, in provincia di Agrigento, in condizioni gravissime. Avrebbe ingerito sostanze stupefacenti come è stato possibile ricostruire grazie alle analisi del sangue. La piccola, giunta al nosocomio agrigentino in gravi condizioni, è stata subito presa in cura dai medici.

Dalle prime analisi è emersa una overdose da cocaina e cannabinoidi e così per la piccola è stato disposto il trasferimento presso il nosocomio San Giovanni di Dio di Agrigento.

Parte la segnalazione alla procura per i minorenni

I medici hanno allertato i Carabinieri che, a loro volta, hanno fatto partire la segnalazione alla procura per i minorenni di Palermo, che ha avviato un’indagine. Gli investigatori hanno sentito i familiari.

L’ultimo caso in ordine di tempo era stato registrato a Palermo soltanto 4 giorni fa. Un bimbo di soli 18 mesi era arrivato in overdose al pronto soccorso dell’ospedale Di Cristina: aveva ingerito dello stupefacente, e arrivato nel nosocomio era stato subito sottoposto alle cure da parte dei medici. I sanitari avevano contattato la polizia, mentre il bambino era stato affidato al direttore sanitario del Di Cristina. Gli inquirenti hanno sentito i genitori che vivono in periferia nel capoluogo siciliano.

Commenta