Home Cronaca Stava per diventare papà, l’incidente e la tragedia, Villabate piange Mario Di...

Stava per diventare papà, l’incidente e la tragedia, Villabate piange Mario Di Peri

0

Il figlio, tanto atteso, non vedrà mai il volto di suo padre, Mario Di Peri. Ma in tanti gli racconteranno che era un lavoratore, un ragazzo onesto, allegro e amato da tutti. Sin da piccolo girava tra i banchi della macelleria, in tanti lo conoscevano. Oggi però Villabate piange il giovane nel giorno del funerale in cui gli è stato dato l’ultimo saluto dopo la tragedia.

Un incidente stradale si è portato via Mario Di Peri. Aveva solo 22 anni. Il giovane lascia una compagna che a breve darà alla luce un bambino. Una tragedia l’incidente stradale avvenuto la mattina del 4 febbraio. La tragedia si è consumata attorno alle 9.30 in via Nicolò Azoti nei pressi del ponte che collega viale Regione Siciliana con lo svincolo di Bonagia. Fatale per la vittima è stato l’impatto con la moto ape.

Il giorno del funerale di Mario

Oggi, 7 febbraio 2022, i funerali di Mario Di Peri. Villabate si è stretta attorno alla famiglia che in città gestisce una macelleria molto conosciuta. Le esequie presso la Chiesa di San Giuseppe. Molte attività di Villabate sono rimaste chiuse per partecipare alle esequie e in segno di solidarietà per la famiglia colpita d questo grande e incolmabile dolore.

E sui social non smettono i messaggi di dolore. “Sangue mio – scrive Giuseppe Di Peri -, cuore mio mi hai distrutto, sei stato l’orgoglio della nostra Famiglia, mi mancherai da morire”. “Ricordo piacevolmente quando venivo spesso all’olivella in macelleria – dice Giorgio -, eri un bambino e già lavoravi sodo con quei coltelli più grandi di te e la voglia di apprendere facendo sempre meglio, sempre di più, con grande maestria sei riuscito a soddisfare le aspettative che su di te erano puntate senza mai deludere, quelle che tu stesso ti sei prefissato negli anni. Mi spiace averti rivisto dopo questo periodo, per forza di cose. Ma ti osservavo sempre con grande orgoglio vedendo dove arrivavi e gioivo ogni volta. Tu così piccolo ma grande più di un anziano con una vita vissuta, tu il tutto e il di più. Il figlio che tutti vorrebbero avere. Ti porterò sempre nei miei pensieri gioia. E quando ci rivedremo un giorno forse colmeremo la distanza che la vita ci impone a volte su questa terra”.

Articolo precedenteCovid19 Sicilia, meno positivi e ricoveri ma ancora “drammatico numero di decessi”
Articolo successivoUn luogo da favola, a Pantelleria comprato all’asta l’hotel di Cala Levante

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui