Incidente sulle Madonie, sciatore salvato da Soccorso Alpino e polizia

L'incidente è avvenuto sulle pendici occidentali di Pizzo Scalonazzo

Incidente per uno scialpinista palermitano gravemente ferito nella zona sopra Piano Zucchi, sulle Madonie.

L’incidente è avvenuto sulle pendici occidentali di Pizzo Scalonazzo dove G.T., 69 anni, palermitano, stava facendo scialpinismo insieme ad un amico. Mentra sciava non si è accorto che sul pendio che stava percorrendo c’era neve ghiacciata ed è scivolato per alcuni metri cadendo rovinosamente e procurandosi sospette fratture al bacino e agli arti inferiori.

È stato necessario un intervento congiunto del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano (SASS) e del IV Reparto Volo della Polizia di Stato per recuperare l’uomo gravemente ferito.

Poco dopo le 13,30 il suo compagno è riuscito a contattare il 118 tramite la centrale del NUE112. Trattandosi di un intervento in ambiente impervio innevato è stato allertato il Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano che ha messo in moto l’operazione facendo partire una squadra dalle Madonie.

Contemporaneamente, trattandosi di un intervento complesso, è stato coinvolto anche il IV Reparto Volo della Polizia di Stato. L’elicottero ha imbarcato due tecnici all’aeroporto di Boccadifalco, dove ha peraltro sede la Stazione Palermo del SASS, che in pochi minuti ha raggiunto le Madonie.

Intanto da terra i tecnici della Squadra Petralia Sottana avevano raggiunto il ferito e lo avevano stabilizzato. I tecnici di elisoccorso, calati sul posto col verricello, lo hanno poi imbarellato e issato a bordo per sbarcarlo nella piazzola dell’Ospedale Civico di Palermo. Presenti sul luogo una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Madonnuzza.

Quella di oggi è stata la prima missione della nuova squadra Petralia Sottana, che fa capo alla stazione di Palermo, formata da dieci volontari residenti nei paesi delle Madonie, pronti ad entrare in azione per coprire con maggiore tampestività gli interventi in un territorio particolarmente difficile partendo dalla base ospitata in un locale messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Petralia Sottana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.