The news is by your side.

Arrivano a Monreale 680 mila euro dal Pnrr per l’edilizia popolare

Il Comune stanzia 200 mila euro per la rete di illuminazione pubblica

0

Il Comune di Monreale vince un bando di finanziamento per oltre 680 mila euro. Si tratta di fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per l’edilizia popolare. Il Comune di Monreale si trova in posizione favorevole nella graduatoria del bando “Sicuro Verde e Sociale”.

“Un risultato importante e una cifra considerevole per la riqualificazione – dice il sindaco Arcidiacono -. Grazie all’impegno e alla grande mole di lavoro da parte degli uffici tecnici comunali il Comune ha ottenuto ulteriori finanziamenti. Sono pervenuti tramite lo IACP di Palermo che l’amministrazione Arcidiacono aveva più volte sollecitato facendosi interprete delle sollecitazioni dei cittadini.

I fondi per l’edilizia popolare di Monreale

Fra questi vi è 1 milione e 20 mila euro per il lotto uno delle case popolari di Piazzale Candido e un milione 154 mila euro per il lotto due delle case popolari di piazzale Candido e infine, un milione e 98 mila euro per le case popolari di via Santa Liberata.

Il progetto, coordinato dall’assessore ai Servizi a rete, in tutte le sue fasi sia tecniche che amministrative è stato realizzato dai dipendenti comunali. “Questo progetto – dice l’assessore Pupella – oltre a mettere in sicurezza gli immobili consentirà di riqualificare e migliorare il decoro urbano dell’area interessata. Non appena sarà notificato il decreto gli uffici comunali procederanno alla gara per l’affidamento dei lavori“.

Accordo quadro per l’illuminazione pubblica

Intanto la giunta di Monreale ha approvato anche la delibera sull’accordo quadro per l’ammodernamento degli impianti d’illuminazione pubblica del centro normanno. Nel dettaglio, è stata approvata dalla giunta comunale la delibera in linea amministrativa dei documenti relativi all’accordo quadro per i lavori di manutenzione e ammodernamento degli impianti d’illuminazione pubblica comunale per gli anni 2022- 2023. La fase riguardante la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione dei lavori è stata affidata all’ufficio tecnico del comune per una preventiva e complessiva spesa di circa 200.000 euro.

Rispondi