Il Comune di Monreale mette all’asta oltre 160 immobili, operazione spending review

La vendita avverrà all'asta e i beni sono già visionabili sul sito dell'ente

MONREALE – Il Comune di Monreale vende all’asta palazzi, stabili, terreni per monetizzare. Questa la strategia messa in piedi dall’amministrazione comunale per recuperare fondi ed evitare inutili spese di manutenzione. Così il comune normanno ha deciso di mettere in vendita numerosi beni immobili. La vendita avverrà all’asta e i beni sono già visionabili sul sito dell’ente.

L’Amministrazione targata Alberto Arcidiacono, al fine di reperire nuove risorse finanziarie, ha emesso diversi bandi che riguardano terreni, immobili di uso comune e uno di uso produttivo che non sono strumentali all’esercizio delle proprie funzioni istituzionali. Questi beni dovevano essere dismessi tutti nell’ambito di una politica di riordino e gestione oltre che valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato l’assessore al Patrimonio Sandro Russo – è consentire maggiori entrate ed evitare rischi di costi di manutenzione non previsti e nello stesso tempo recuperare somme a vantaggio del bilancio comunale per dare inizio a una stagione per il futuro del nostro comune”.

In tutto i beni ammontano a circa 160. Tra i beni all’asta vi sono i locali di una società di mutuo soccorso nella piazza centrale del paese. La base d’asta è di circa 127 mila euro. Uno studio del valore di 123 mila euro e un magazzino. Vi è poi l’asta per un grande stabile, l’ex Mobilificio Mulè di via Venero, per il quale la base d’asta è di oltre 890 mila euro. Tra i beni messi all’incanto dal comune di Monreale ci sono anche terreni. Alcuni sono solo terreni agricoli, altri sono corredati di magazzino o di fabbricati rurali.

Seguici su Facebook

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Cronaca
  • Politica
  • Diretta Telejato