Salgono a 7 le vittime trovate tra le macerie di Ravanusa dove sono collassate le palazzine tra le vie Trilussa e Galilei. Lo rende noto il portavoce dei vigili del fuoco, Luca Cari. Sono due le persone estratte vive.

“In nottata sono stati individuati i corpi senza vita di altre quattro persone che risultavano disperse. Notizia confermata da responsabile della comunicazione dei Vigili del Fuoco. Uno dei corpi è stato già estratto dalle macerie. Le ricerche continuano senza sosta”. Lo dice il Dipartimento regionale di Protezione civile.

Ci sono Selene e Giuseppe tra i corpi trovati a Ravanusa sotto le macerie. I due si erano sposati otto mesi fa. Otto mesi dopo marito e moglie sono stati sepolti sotto le macerie di via Trilussa a Ravanusa, assieme a quello di Giuseppe, Pietro, Enza, Carmela, Gioachina, Calogero, Angelo e dell’altro Giuseppe, il più vecchio, quasi novant’anni.

Selene Pagliarello e Giuseppe Carmina, lei infermiera del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio ad Agrigento lui operaio, sono morti per una tragica fatalità. Non dovevano trovarsi lì a quell’ora. Erano solo passati a salutare i genitori di lui, Angelo Carmina, 72 anni, e Maria Crescenza Zagarrio, 69. Angelo è ancora sotto le macerie mentre Enza è stata già estratta dalle macerie, anche lei senza vita.

Un saluto veloce prima di andare a cena fuori, in un sabato come tanti altri. Forse l’ultimo prima di partorire, visto che i nove mesi sarebbero scaduti la settimana prossima.

Parallelamente alla macchina dei soccorsi, che ha impegnato centinaia di uomini tra Vigili del Fuoco, forze dell’ordine e volontari, si è attivata anche quella della Procura di Agrigento che ha aperto un fascicolo d’inchiesta per disastro e omicidio colposo. Non appena termineranno le operazioni di ricerca dei dispersi verrà posta sotto sequestro l’intera zona, circa diecimila metri quadrati di area.

Articolo precedenteOperazione antimafia a Monreale e Palermo, 7 arresti
Articolo successivoUsura all’ombra di Cosa nostra, arresti a Monreale e Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui