Home Cronaca Maltempo, frane ed evacuazioni, decine d’interventi della Protezione Civile

Maltempo, frane ed evacuazioni, decine d’interventi della Protezione Civile

0

Frane, smottamenti e famiglie evacuate. La Protezione Civile regionale è in campo per superare le criticità. Gli uomini della protezione civile regionale da stanotte stanno operando per favorire il rientro alla normalità dopo l’ondata di maltempo che in queste ore si è abbattuta sulla Sicilia.

Esondazioni e crolli

Le criticità più grosse sono ad Agrigento dove a causa dell’esondazione del Fiume Akragas sono state evacuate 8 famiglie dalle loro abitazioni. In provincia di Trapani a Calatafimi-Segesta da ieri notte si registra l’esondazione del Fiume Freddo, anche qui 8 famiglie sono state evacuate. A Castellammare del Golfo, le squadre di volontari e soccorritori sono in azione per un crollo parziale del ponte sul Fiume San Bartolomeo.

Palermitano in emergenza

Nel palermitano a causa delle forti piogge, il sindaco del Comune Piana degli Albanesi  ha invitato la popolazione a fare molta attenzione e uscire solo per necessità. Criticità si registrano sulle strade esterne di accesso a Piana degli Albanesi, SP 5 Piana Altofonte ed SP 34 Piana per San Giuseppe Jato. E sulla SP 34 Piana San Giuseppe Jato, prima di Portella della Ginestra, in prossimità dell´agriturismo Kumeta la strada è interessata da una frana e la carreggiata è ostruita da detriti. Presenti sui luoghi Volontari di PC, i tecnici della Città Metropolitana e la Polizia Municipale.

Altre criticità sono ingestione da parte degli uomini della protezione civile, dei vigili del fuoco, a supporto dei Sindaci, che sono ricordiamolo l’Autorità di Protezione Civile di un territorio e degli enti preposti. Altri interventi ad Altofonte, Misilmeri, Marineo, Godrano, Poggioreale, Monreale, Montelepre e Capaci.

Danni nel Catanese e nel Messinese

A Catania, a Licodia Eubea, sono state evacuate due famiglie composte entrambe da due coniugi in età avanzata, a causa di un grosso masso che si è staccato dal versante adiacente la loro abitazione e ha colpito l’edificio. Il sindaco sta provvedendo alla loro sistemazione. A Sciacca la  Protezione Civile Siciliana ha inviato squadre della Organizzazione di Volontariato AVVF.C. Sciacca per osservazione dello stato delle criticità all’intersezione della SP 56 sul fiume Belíce.

Anche il territorio di Messina, sempre molto fragile a fenomeni di dissesto idrogeologico registra numerose criticità ma non ci sono sfollati fortunatamente. A San Salvatore di Fitalia stamattina è stato registrato un crollo di una parte di costone roccioso. A Naso c’è stato il crollo di un fabbricato fatiscente e disabitato. Nel comune di Capizzi (Me) i tecnici comunali con i volontari di protezione civile stanno effettuando una ricognizione danni su tutto il territorio segnalando un cedimento della strada in località Birruso. Il transito è interrotto da frane nella strada comunale Bidale. A Caronia diverse strade comunali impraticabili. Nel paese di Brolo la ODV Europea 1240 Brolo attivata dal sindaco per controllo territorio e sottopassaggi. A Librizzi traffico interrotto per due frane su strade provinciali agricole Vallonevina e Santa Venera.

Articolo precedenteAllerta di vigilanza rinforzata a Misilmeri e Bagheria, l’Eleuterio è in piena
Articolo successivoA Palermo gli “angeli del gelo”, coperte, cibo caldo e calore umano agli invisibili

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui