Home Cronaca Due Comuni in zona arancione, ordinanza di Musumeci

Due Comuni in zona arancione, ordinanza di Musumeci

0
zona rossa nello musumeci

Il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci firma una nuva ordinanza e impone la zona arancione in altri due Comuni siciliani. Intanto sono 1.143 i nuovi casi di Covid19 registrati nell’isola.

In particolare, i Comuni di San Michele di Ganzaria, nella provincia di Catania, e Itala, nel Messinese, da domenica 12 a lunedì 20 dicembre, saranno in “zona arancione”. Lo prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe. Disposta anche la prosecuzione delle misure restrittive anti-Covid (sempre fino al 20 dicembre) per un altro comune etneo: Militello in Val di Catania. Il provvedimento è stato preso a causa dell’alto numero di positivi in rapporto ai vaccinati.

Impennata di nuovi casi

Sono 1.143 i nuovi casi di Covid19 registrati nell’isola a fronte di 32.502 tamponi processati in Sicilia. Ieri i nuovi positivi erano 789. Il tasso di positività scende al 3,5% ieri era al 4,8%.
L’isola è, al settimo posto per contagi, al primo posto c’è il Veneto con 3.993, al secondo la Lombardia con 3.474 al terzo il Lazio con 1.871 casi, al quarto il Piemonte con 1.791 casi, al quinto la Campania con 1.665 casi, al sesto posto l’Emilia Romagna con 1.661 casi. Gli attuali positivi sono 15.107 con un aumento di 564 casi. I guariti sono 573 mentre le vittime sono 6 e portano il totale dei decessi a 7.268. Sul fronte ospedaliero sono 392 ricoverati, con 5 casi in più rispetto a ieri; in terapia intensiva sono 46, due casi in meno rispetto a ieri.

Sul fronte del contagio nelle singole province Palermo con 148 casi, Catania 276, Messina 250, Siracusa 95, Ragusa 40, Trapani 146, Caltanissetta 79, Agrigento 73, Enna, 36.

Articolo precedenteScia d’incidenti stradali nel Palermitano, 4 feriti
Articolo successivoSchianto a Villabate, furgone si ribalta sulla A19

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui