Allo chef palermitano Filippo La Mantia il prestigioso Ambrogino d’Oro

Ha preparato con la sua "Brigata" oltre 600 pasti al giorno per l'ospedale Niguarda

L’Ambrogino d’oro a Filippo La Mantia. “Sapevo di essere stato candidato all’Ambrogino d’Oro, ma mai avrei pensato di poter ricevere, un giorno, il riconoscimento che Milano dà ai suoi cittadini illustri. Sono al settimo cielo, soprattutto per la motivazione”. Così lo chef palermitano ha accolto la notizia.

Palermitano, classe 1960, lo chef La Mantia esalta la Sicilia dove gestisce l’offerta gastronomica dello storico Grand Hotel delle Palme di Palermo.

“Sto smaltendo, ancora, l’emozione e il senso di gratitudine che provo per questo bellissimo riconoscimento ricevuto”. Queste le parole di Filippo La Mantia che ringrazia anche la sua “brigata”.  “Ma senza ‘loro’ nulla sarebbe stato importante”, dice. “La ‘mia’ brigata mi ha sempre permesso di dedicare, nel nostro piccolo, accoglienza, altruismo, dedizione e passione”. Il riconoscimento di Milano allo chef Filippo La Mantia arriva per i pasti preparati agli operatori dei reparti Covid dell’ospedale Niguarda durante l’emergenza: 600 al giorno da marzo a maggio 2020.

“In questi anni – racconta – ho incontrato centinaia di strutture con cui ho condiviso progetti legati a produrre gioia a chi ne possiede poca, attraverso il cibo e alle mie tradizioni. E sono, appunto, le tradizioni e il legame fortissimo con la mia terra che mi ha permesso tutto questo e Milano è stato un grande palcoscenico su cui esibirci. Un enorme grazie a tutte le persone che da ieri notte mi hanno riempito di gioia e di commozione”.

L’impegno sociale è una costante nell’attività di La Mantia, come ha raccontato al Corriere della Sera. “Il mio lavoro, da 28 anni, nasce e passa attraverso le persone che hanno bisogno di assistenza. Le esperienze più toccanti, quelle che ti segnano dentro, le ho condivise con Gino Strada, il mio migliore amico. Mi ha dato moltissimo; io ho cercato di ripagarlo offrendo a lui e alle sue cause quel che riuscivo. La cucina per me è questo: è solidarietà, aiuto reciproco, umanità”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.