statistiche accessi

Nubifragio nel Palermitano, allagamenti a Partinico, San Giuseppe Jato e Monreale

La Protezione civile regionale ha diffuso un avviso di allerta meteo arancione

La Protezione civile regionale ha diffuso un avviso di allerta meteo arancione per condizioni meteo avverse valido fino alle ore 24 di domani, giovedi 11 novembre.

È allerta anche per oggi. Si prevedono piogge sparse, anche a carattere di temporale, con quantitativi cumulati
moderati sui settori occidentali, meridionali e nord-orientali, fino a puntualmente elevati sui settori occidentali, da deboli a moderati altrove. Domani piogge da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori meridionali, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati; sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone, con quantitativi cumulati moderati.

Dunque il maltempo in Sicilia non dà tregua. Le piogge ininierrotte continuano a creare danni e problemi su strade e colture. Un nubifragio si è abbattuto in provincia di Palermo, di Trapani e Agrigento. La protezione civile fa sapere che ci sono diversi allagamenti nella zona della SS624 Palermo-Sciacca, tra Partinico, San Cipirello e San Giuseppe Jato. Gli automobilisti procedono lentamente lungo la statale visto che tanti torrenti nella zona sono esondati. Numerose strade dell’entroterra siciliano sono allagate e colme di detriti. Situazione difficile anche a Roccamena e a Monreale dove alcune strade sono impraticabili.
Diversi i sindaci che raccomandano di non uscire da casa in auto ed evitare quanto più possibile gli spostamenti.

Allagamenti anche nella zona del trapanese a Castelvetrano e Calatafimi. Qui è esondato il torrente San Bartolomeo. Stanno intervenendo i volontari della protezione civile e i vigili del fuoco.

Particolare attenzione viene riservata al torrente nel territorio di Scillato che è esondato. Il sindaco riferisce che le persone che erano rimaste bloccate nelle proprie abitazioni sono state liberate. La città Metropolitana di Palermo ha chiuso la strada provinciale 9 bis in direzione di Collesano e in direzione di Polizzi, in attesa della fine delle operazioni di pulizia.

A Castellana Sicula, invece, si è registrato il cedimento di un muro di contenimento dove verranno effettuate delle verifiche dai tecnici dell’ex Provincia.

Rispondi