Home Cronaca Arriva dal mare l’uragano Apollo, Sicilia in preallarme

Arriva dal mare l’uragano Apollo, Sicilia in preallarme

0

La Protezione Civile Regionale, con nota Prot. 57085 del 28/10/2021, ha emesso un avviso di preallarme a causa della fase di tempo perturbato e delle avverse condizioni metereologiche sulle estreme regioni meridionali della Regione Siciliana. A partire dal pomeriggio di oggi, infatti, si prevede l’arrivo del ciclone mediterraneo che potrebbe elevarsi a uragano di categoria 1.

La Protezione Civile ha aggiornato le previsioni di rischio per le giornate di oggi 27 e domani 28 ottobre. Per l’area di Palermo è prevista un’allerta arancione fino a questa sera e gialla domani. Nella parte meridionale dell’isola, invece, l’allerta è di colore rosso. Permangono previsioni di condizioni meteo avverse con precipitazioni sparse e rovesci di forte intensità, possibili grandinate e forti raffiche di vento di burrasca.

Il “Medicane”, l’uragano mediterraneo che tiene in apprensione la Sicilia orientale, si avvicina sempre più.
Come riporta 3bmeteo.com, il ciclone, denominato Apollo dall’Istituto meteorologico di Berlino, raggiungerà domani, venerdì 29 ottobre, la massima vicinanza alla Sicilia portando piogge e temporali di forte intensità.

Le precipitazioni intense, accompagnate dai forti venti, potrebbero dar luogo a nuove criticità. Sicilia orientale e Calabria ionica saranno i due settori della penisola più esposti: nella giornata di sabato si potranno superare i 10 mm di pioggia tra basso Catanese, Siracusano e Ragusano anche se per avere previsioni più precise bisognerà monitorare l’esatta traiettoria del ciclone. Queste le previsioni per le giornate di domani, 29 ottobre, e sabato 30, ottobre.

Musumeci chiude gli uffici regionali della Sicilia orientale

Domani, venerdì 29 ottobre, gli uffici regionali delle province di Catania, Messina, Ragusa e Siracusa resteranno chiusi. Lo ha disposto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a seguito del permanere dello stato di allarme per rischio idrogeologico.

Il provvedimento adottato è finalizzato a ridurre la mobilità nelle aree fortemente a rischio e l’esposizione dei cittadini al pericolo. Si punta anche a facilitare l’eventuale movimento dei mezzi di soccorso, in caso di necessità. Per la sola provincia di Catania si tratta di una proroga di ventiquattrore, essendo già stato adottato il provvedimento di chiusura per due giorni, il 27 e 28. Resteranno aperti solamente gli uffici regionali che erogano servizi pubblici essenziali ed esattamente: i servizi della Protezione civile, tutti i presidi ospedalieri, le strutture sanitarie, gli Uffici del Genio civile, gli Ispettorati ripartimentali delle foreste.

«Ho il dovere di raccomandare a tutti di evitare spostamenti e, soprattutto, rinunciare all’uso di automobili, in caso di pioggia: l’insidia è sempre dietro l’angolo». È l’appello rivolto dal presidente della Regione ai siciliani.

Articolo precedenteApocalisse a Pantelleria, ciclone mediterraneo semina danni e allagamenti
Articolo successivoScossa di terremoto 3.8 in Sicilia, arriva anche l’uragano Apollo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui