Sicilia in ansia per l’arrivo dell’uragano, prime burrasche forza sette

L'effetto si sta già facendo sentire, da Pantelleria allo Stretto di Messina le prime forti burrasche

  • L’uragano mediterraneo in avvicinamento in Sicilia dove ci sono già le prime burrasche
  • Ieri nubifragio a Pantelleria, questa mattina burrasca forza sette nello Stretto di Sicilia
  • Il ciclone “Medicane” potrebbe prendere forza nel pomeriggio di oggi
  • Allerta meteo dal Palermitano (gialla) al Catanese (arancione)

Il maltempo non abbandona la Sicilia, anzi, così come da previsioni meteorologiche si prevede un’altra difficile giornata per l’isola minacciata dall’uragano mediterraneo. L’aeronautica militare ha fatto sapere che stamattina sullo Stretto di Sicilia era in atto una burrasca da Est forza sette. Attualmente ci sono anche isolati temporali con folate di vento sullo stretto di Sicilia e Tirreno Meridionale Ovest. Le regioni costiere interessate sono Sicilia orientale e Sardegna orientale. È l’effetto del ciclone che sta imperversando in queste ore e che potrebbe aumentare di potenza.

Nubifragio e paura a Pantelleria

L’effetto si sta già facendo sentire. Nel tardo pomeriggio d’ieri un violento nubifragio si è abbattuto su Pantelleria. L’isola nelle scorse settimane era stata vittima di una tromba marina che aveva causato la perdita di due vite umane e diversi feriti. Numerosi i tombini saltati e smottamenti si sono verificati in alcuni tratti stradali. Il sindaco Vincenzo Campo ha un avviso chiamando alla prudenza la popolazione, come aveva fatto lo scorso 24 ottobre, quando l’isola fu la prima a essere investita dal ciclone che poi si è spostato nel Siracusano e nel Catanese. A Pantelleria il sindaco ha ordinato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per oggi, giovedì 28 ottobre.

Massima allerta per l’uragano in avvicinamento

L’allerta è massima per una nuova perturbazione causata dal ciclone “Medicane”. Il ciclone, secondo i meteorologi, potrebbe muoversi verso nord arrivando, tra la serata di oggi e la mattina di venerdì sulle coste orientali della Sicilia Orientale e Calabria ionica con una potenza che, in mare, potrebbe determinare onde alte oltre 4 metri e mezzo. “Ci attendono ore che potrebbero essere complicate”, ha infatti detto ieri il capo della protezione Civile, Fabrizio Curcio, giunto nel capoluogo etneo per toccare con mano la devastazione causata dal nubifragio.

Allerta meteo

Per la giornata di giovedì 28 ottobre è prevista ancora allerta meteo, arancione a Catania e nelle altre province orientali dell’isola, gialla nelle altre località. In particolare, il dipartimento regionale di Protezione civile ha emesso per oggi un’allerta meteo arancione per la Sicilia Orientale e giallo per quella Occidentale. Sono previste piogge sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, con fenomeni più intensi dal pomeriggio sulla Sicilia sud-orientale.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.