La Sicilia resta zona gialla ma migliorano i parametri

Il monitoraggio non segnala situazioni di ulteriore peggioramento

La Sicilia rimane in zona gialla per un’altra settimana e si allontana lo spauracchio della zona arancione, che resta solo in qualche Comune su ordinanza di Musumeci. E’ quanto si apprende dal monitoraggio Iss-Ministero della Salute all’esame della cabina di regia, che saranno presentati oggi. La Sicilia resta l’unica regione italiana in giallo, tutte le altre sono infatti in zona bianca.

C’è però una buona notizia per l’Isola

Il monitoraggio non segnala situazioni di ulteriore peggioramento. In Sicilia, nonostante alcune preoccupazioni dei giorni scorsi, non rischia un passaggio in zona arancione. Il miglioramento dei parametri ha messo al sicuro anche alcune altre regioni come la Sardegna e la Calabria che assieme alle altre restano bianche.

Calabria e Provincia autonoma di Bolzano restano sorvegliate

La Sicilia resta però la regione con il tasso d’incidenza maggiore. Sicilia, Calabria e Provincia autonoma di Bolzano sono le Regioni/Provincie autonome dove questa settimana si registra l’incidenza di casi di Covid-19 più alta come dice la bozza del monitoraggio all’esame della Cabina di regia. Sull’isola l’incidenza è pari a 148,7 casi per 100mila abitanti in Sicilia. La scorsa settimana era pari a 117,4.

Delta prevalente

La circolazione della variante delta è prevalente in Italia. Questa variante è dominante nell’Unione Europea ed è associata ad un aumento nel numero di nuovi casi di infezione anche in altri paesi con alta copertura vaccinale. Lo rileva la bozza di monitoraggio settimanale attualmente all’esame della Cabina di regia. Una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione, si afferma, rappresentano dunque gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità. Si sottolinea al contempo anche la necessità di realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi, mantenere elevata l’attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l’ulteriore aumento della circolazione virale.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.