Rallenta il Covid in Sicilia, meno positivi e ricoveri in terapia intensiva

0

Dopo settimane arrivano i primi segnali incoraggianti in Sicilia sul fronte della lotta al Covid. L’epidemia, infatti, sembra dare i primi segnali di rallentamento come confermano i dati comunicati dal Dipartimento della Protezione Civile. Un po’ presto per parlare di una inversione di tendenza ma i tratta comunque di dati incoraggianti dopo l’istituzione della zona gialla e delle zone arancioni nei comuni con più contagi e meno dosi.

«La settimana appena conclusa – sottolinea il responsabile dell’Ufficio statistica del Comune, Girolamo D’anneo – ha fatto registrare, dopo nove settimane d’incrementi, i primi segnali di un rallentamento della diffusione del Covid-19 in Sicilia: sono diminuiti i nuovi positivi e i nuovi ingressi in terapia intensiva, e sono aumentati meno della settimana precedente i ricoverati (ordinari e in terapia intensiva)».

In dettaglio, nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 8600, il 7,6% in meno rispetto alla settimana precedente, quando ancora si era registrato un incremento del 2,5%. È diminuito anche il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dal 7,3% al 6,6%. Il numero degli attuali positivi è pari a 28462, 1038 in più rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 27497, 987 in più rispetto alla settimana precedente.

I ricoverati sono 965, di cui 120 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 51 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di 12 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 69 nuovi ingressi in terapia intensiva (il 4,2% in meno rispetto ai 72 della settimana precedente).
Il numero dei guariti (247552) è cresciuto di 7431 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari all’87,6% (87,7% domenica scorsa).

Il numero di persone decedute registrato nella settimana è pari a 131 (contro le 95 della settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 95. Complessivamente le persone decedute sono 6445, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,3% (come la settimana scorsa). I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,4% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,4%).

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.