Mamma e figlia trovate impiccate in casa, una lettera spiega la tragedia

Le vittime sono Mariolina Nigrelli e la figlia Alessandra Mollica

Mariolina Nigrelli e Alessandra Mollica, madre e figlia, sono state trovate senza vita nella loro casa di campagna. La tragedia è avvenuta a Santo Stefano di Camastra. Madre e figlia sono state trovate impiccate.

Sono stati i Carabinieri a trovare i cadaveri delle due donne, mamma e figlia, morte impiccate nella loro casa di campagna. Una scena macabra che ha fatto subito ipotizzare un drammatico caso di omicidio-suicidio.

Le vittime, come detto, sono Mariolina Nigrelli e la figlia Alessandra Mollica. La scoperta terribile da parte del marito. La giovane aveva 14 anni e frequentava la terza media a Santo Stefano. La madre aveva 40 anni.

I carabinieri hanno sentito il marito e i familiari delle due vittime. Si cerca di ricostruire la dinamica dei fatti. Secondo le prime ipotesi potrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio. La donna avrebbe ucciso la figlia e poi si sarebbe impiccata. Sul posto, oltre ai carabinieri, il pm della Procura di Patti, competente a indagare.

Mariolina Nigrelli avrebbe lasciato, come apprende l’Adnkronos, una lunga lettera di addio sul tavolo della casa di campagna in cui sono stati scoperti i due cadaveri. La donna ha indirizzato la lunga lettera, scritta a mano, al marito. “Porto via con me Alessandra”, raccontando di alcune difficoltà.

Sul posto, per tutta la notte, il Procuratore capo di Patti Angelo Vittorio Cavallo, che ha raggiunto la casa di campagna in cui è avvenuta la tragedia, e il sostituto Andrea Apollonio, che coordinano l’inchiesta sulla morte di madre e figlia.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.