Acqua azzurra, acqua chiara e la Sicilia conquista 10 Bandiere Blu 2021

L'Isola è la quinta regione d'Italia per numero di bandiere blu, la prima è la Liguria

La Sicilia, grazie al suo mare, ottiene due nuove bandiere blu. Ora sono 10 le località siciliane che per il 2021 vedranno sventolare sulle loro spiagge la bandiera che simboleggia acque pulite e cristalline e la sicurezza per i bagnanti. Un’altra bandiera va a un porto turistico siciliano.

Le bandiere blu 2021 in Sicilia

In provincia di Messina va ad Alì Terme, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Lipari, Tusa. Nell’agrigentino Bandiera Blu confermata a Menfi. In provincia di Ragusa il premio a Modica, Ispica, Pozzallo e alla stessa Ragusa.

In Italia 201 spiagge da sogno

Aumentano a 201, quest’anno, le località rivierasche che assieme a 81 porti turistici potranno fregiarsi de riconoscimento della Ong internazionale Fee (Foundation for Environmental Education). Per questa 35esima edizione, ci sono 6 Comuni in più. Sul totale i nuovi ingressi sono 15 mentre 9 Comuni hanno avuto la conferma. E la Sicilia aumenta di due nuove spiagge bandiera blu.

La classifica italiana, Sicilia quinta

In Italia è la Liguria a fare da padrona nella classifica delle regioni con spiagge più blu. Sono 32 le località premiate. Sale in seconda posizione la Campania con 19 Bandiere. Sorpassa e fa scivolare al terzo posto la Toscana che ottiene 17 vessilli blu a pari merito con la Puglia che guadagna due bandiere. La Sicilia, a 10 con due new entry, si aggiudica 10 bandiere blu e una bandiera blu va al porto turistico di Capo d’Orlando.

Come viene assegnata la bandiera blu

Sono 416 in totale quest’anno le spiagge con mare cristallino, che corrispondono a circa al 10% dei lidi premiati a livello mondiale, sottolinea la Fee aggiungendo che le Bandiere sui laghi scendono a 16, con due uscite. Il riconoscimento viene assegnato sulla base di criteri “imperativi e guida” fra cui oltre mare risultato “eccellente” negli ultimi quattro anni, anche efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi. Fra i 32 criteri di valutazione per questo “sigillo di qualità” assegnato da una Giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, ci sono anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata, educazione ambientale.

Premiati anche gli approdi

Gli 81 approdi premiati, spiega la Fee, “dimostrano che la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità intraprese, rispondendo ai requisiti previsti per l’assegnazione internazionale, garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale”.

«Con nuove “Bandiere blu” migliora offerta balneare della Sicilia»

«Un’ottima notizia: migliora ulteriormente l’offerta del turismo balneare in Sicilia. La conferma dei precedenti riconoscimenti e l’aggiunta di altre due “Bandiere blu” per il 2021 dimostrano, ancora una volta, quali siano le potenzialità che l’Isola ha dal punto di vista naturalistico». Lo dichiara l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, commentando l’attribuzione del riconoscimento di “Bandiera blu” a dieci località balneari siciliane. «Siamo certi – prosegue l’assessore – che questi nuovi riconoscimenti, insieme alle campagne promozionali sul turismo avviate dal governo Musumeci, in particolare quella di “SeeSicily”, ci consentiranno, a partire già da quest’anno, un aumento delle presenze turistiche nell’Isola».


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.