Sorpreso in altro Comune, giovane strappa la multa dei Carabinieri e fugge

È accaduto a San Vito Lo Capo, chiuso a Trapani un bar aperto mentre serviva aperitivi nonostante i divieti

0

Un ragazzo di 17 anni viene multato dai Carabinieri ma strappa la sanzione e fugge. I militari lo bloccano e lo denunciano. È accaduto a San Vito Lo Capo che i Carabinieri hanno fermato un ragazzo di 17 anni di Marsala, sorpreso in un altro Comune, a San Vito Lo Capo, perchè era andato a trovare un amico.

Da Marsala sorpreso in altro Comune

I Carabinieri così lo hanno multato per non aver rispettato le norme imposte dal governo nazionale in caso di zona arancione che vieta gli spostamenti in un altro comune. Il ragazzo non ha gradito la multa a tal punto da strappare il verbale e spintonare i carabinieri cercando i fuggire. I militari però lo hanno bloccato dopo un breve inseguimento e lo hanno denunciato per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Ha strappato in mille pezzi il verbale

Il giovane è stato sorpreso a San Vito, a suo dire per far visita a un caro amico, in violazione della attuali restrizioni. I militari, dopo averlo identificato, lo hanno sanzionato amministrativamente ma è andato su tutte le furie. All’invito dei militari a calmarsi ha stracciato il verbale in mille pezzi spingendo e offendendo i militari. Il tentativo di fuga è fallito grazie alla pronta risposta degli operanti che, dopo un piccolo inseguimento riuscivano a bloccarlo. Il minore infine è stato riaffidato ai genitori e più che della denuncia al tribunale dei minori rimediata per la resistenza appariva preoccupato per l’intervento dei familiari.

L’aperitivo “vietato”

I Carabinieri della Stazione di Erice con l’ausilio dei colleghi della Stazione di Borgo Annunziata, nel tardo pomeriggio di sabato hanno notato davanti un’attività commerciale sul lungomare della città, in zona Pizzolungo, una gran quantità di auto parcheggiate nei pressi di bar ed esercizi commerciali dediti alla ristorazione. Visto l’orario, il più consono alla consumazione di aperitivi, i Carabinierisono entrati all’interno per verificare la presenza di avventori nel locale tra l’altro già sanzionato a inizio mese in quanto sorpreso con clienti intenti a consumare al bancone.

12 persone sedute al tavolino

I dubbi dei militari operanti risultavano fondati in quanto seduti ai tavoli vi erano 12 persone che in violazione delle attuali norme anticontagio consumavano l’aperitivo vista mare al tramonto. Sono scattate le sanzioni amministrative per i clienti mentre, vista la recidività è stata disposta la chiusura del locale per 5 giorni.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.