Superato il picco in Sicilia, calano contagi e tasso di positività

Buoni numeri anche dal fronte degli ospedali siciliani. Scende il numero dei pazienti ricoverati:

Numeri positivi dal bollettino covid di oggi in Sicilia dove il dato dei nuovi contagi scende sotto quota 1000. Sono infatti 930 i casi registrati su 26.886 tamponi effettuati (tra molecolari e test rapidi). Il tasso di positività scende al 3,5% e in calo rispetto a venerdì scorso, quando i positivi erano stati 1.370 con un tasso del 4,1%.

Purtroppo sono 24 le vittime nelle ultime 24 ore. Si registra un vero e proprio boom di guariti con 1.250 persone che sono state dichiarate ufficialmente guarite.

Calo dei ricoveri

Buoni numeri anche dal fronte degli ospedali siciliani. Scende il numero dei pazienti ricoverati: 1.232 quelli presenti a oggi nei reparti Covid nei nosocomi siciliani, 12 in meno rispetto a ieri. In terapia intensiva si trovano invece 177 ricoverati, un saldo di -1 rispetto al bollettino diramato giovedì. Gli ingressi giornalieri sono stati 11.

Palermo seconda provincia per contagi

Questa la suddivisione dei nuovi casi per provincia: Catania 264, Palermo 234, Siracusa 121, Caltanissetta 76, Agrigento 74, Messina 59, Trapani 48, Ragusa 30 ed Enna 24.

La Sicilia resta zona arancione

L’Italia torna tingersi di giallo con uno spaccato arancione che riguarda 5 regioni tra cui la Sicilia, per la quale resta confermato il colore in cui già si trovava. L’Isola è arancione insieme a Basilicata, Calabria, Puglia e Valle d’Aosta (la Sardegna unica regione rossa). Tutte le altre Regioni e Province Autonome sono in area gialla. Lo prevedono le nuove ordinanze che il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà in giornata sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia. Le nuove ordinanze andranno in vigore a partire dal 26 aprile.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.