Aumentano i contagi a Palermo, scatta il piano di Pasqua

A Palermo e provincia droni, elicotteri, stop ai raduni, pattuglie a cavallo e controlli lungo le strade

Aumentano i contagi a Palermo e il sindaco Leoluca Orlando rinnova l’appello ai palermitani: “Restate a casa.” Si tengano comportamenti responsabili. Dispiegamento forze dell’ordine è invito a rispettare divieti e rispettare diritto alla salute”, dice il sindaco di Palermo.

A Palermo droni, elicotteri, stop ai raduni, pattuglie a cavallo e controlli lungo le strade che conducono ai luoghi di villeggiatura o verso la costa. Così le forze dell’ordine si organizzano per i tre giorni in zona rossa.

A Palermo sarà vietato accedere alle ville ed ai parchi. Per effettuare i controlli verrà anche utilizzato un drone che vigilerà dall’alto. Chiusi il parco della Favorita, ma anche villa Trabia, villa Giulia, villa Niscemi ed il Giardino Inglese, mentre sarà anche vietato fermarsi lungo la costa e, in particolare, nella fascia tra Mondello e Sferracavallo.

Il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, tenutosi in Prefettura a Palermo, ha deciso le regole. Mobilitati polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizie municipali, capitaneria di porto e corpo forestale.

I posti di controllo sono previsti sulle principali strade intercomunali e, nel Palermitano. In questo caso, a garantire i controlli saranno le pattuglie della polizia stradale, impegnate anche in autostrada.

A Pasquetta attivo il reparto a cavallo della polizia nei parchi e nelle principali aree verdi, assieme ai carabinieri forestali.

I controlli attraverso gli elicotteri saranno garantiti dai carabinieri e dalla guardia di finanza, i quali vigileranno, fornendo supporto agli equipaggi su strada e garantendo anche un efficace raccordo operativo degli interventi in caso di emergenza.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.