No a lockdown generale, verso weekend blindati e zone rosse automatiche

Sileri: "Un lockdown per tutta l'Italia per 4 settimane in questo momento io, le dico la verità, non lo vedo utile"

Un lockdown totale? Inutile. Lo dice il sottosegretario alla Salute mentre si fa strada l’ipotesi di  weekend blindati, Pasqua a casa e zone rosse automatiche. Il Cts e il Governo è in fermanto per decidere le modifiche al Dpcm in vigore. 

NO al Lockdown generale

“Un lockdown per tutta l’Italia per 4 settimane in questo momento io, le dico la verità, non lo vedo utile”. Queste le parole di Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ad Agorà su Rai3, condotto da Luisella Costamagna. “Siamo nel pieno della terza ondata e i contagi continueranno a salire – aggiunge -. Però non significa che dovremo chiudere tutta l’Italia, le restrizioni saranno necessarie nelle zone più a rischio”. “Chiedo già da un bel pò di tempo – aggiunge – di aumentare il numero di vaccinazioni anti-Covid utilizzando una sola dose”.

Le ipotesi sulle restrizioni

L’ipotesi su cui starebbero lavorando il Governo e il Cts si basa su weekend blindati e zone rosse automatiche. Dunque non più solo scuole chiuse dove l’incidenza dei casi settimanali supera i 250 ogni 100.000 abitanti o dove si sviluppino focolai dalle nuove varianti. Questa l’ipotesi che sembra mettere tutti d’accordo. La decisione non sembra però essere prese. In programma c’è la riunione della cabina di regia con i ministri Gelmini e Speranza e i capidelegazione dei partiti di maggioranza. Poi si terrà la conferenza delle regioni che aspetta anche di avere illustrato il nuovo piano vaccini.

I membri del Cts intanto insistono su nuove restrizioni

Ieri pomeriggio i membri del Cts Brusaferro e Locatelli si sono recati a Palazzo Chigi e hanno incontrato il sottosegretario alla presidenza Garofoli al quale hanno illustrato le valutazioni sul quesito posto dal governo: e cioè che la situazione epidemiologica necessita di nuove misure restrittive suggerendo appunto il passaggio in zona rossa a 250 casi su 100.000 e i weekend con bar, ristoranti e negozi e spostamenti vietati in tutta Italia fino a Pasqua.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

I commenti sono chiusi.