The news is by your side.

Piera Napoli ammazzata da decine di coltellate, ha cercato di difendersi. L’autopsia

L'autopsia all’Istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo

0

Piera Napoli uccisa da decine di coltellate. Un omicidio efferato. Lo dice l’esito dell’autopsia sul corpo della cantante neomelodica di 32 anni uccisa a Palermo dal marito. L’esame autoptico si è concluso all’Istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo.

La tragedia del Cep in via Vanvitelli

Piera Napoli sarebbe stata uccisa dal marito Salvatore Baglione domenica scorsa nella loro casa in via Vanvitelli. L’uomo ha anche confessato il delitto subito dopo aver condotto i Carabinieri all’interno del bagno di casa. Per terra c’era il cadavere della donna.

Piera Napoli avrebbe cercato di fuggire

L’autopsia è stata eseguita dalla dottoressa Antonella Argo. La donna, come emerso dall’esame, avrebbe cercato inutilmente e in tutti i modi a difendersi, ma sono state decine le coltellate inferte in modo efferato. Nonostante i primi tentativi di reagire la donna non ha avuto scampo. La 32enne avrebbe anche cercato di difendersi ma le coltellate del marito non le hanno dato alcuno scampo.

La Procura conferma l’ipotesi della premeditazione

Un delitto crudele ed efferato che confermerebbe l’ipotesi, sostenuta dal giudice e della procura di un gesto premeditato e volontario e non un raptus come ha sempre afferma il marito. Il marito, infatti, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, avrebbe portato un coltello da macellaio a casa già qualche giorno prima. La donna, se lo sentiva che qualcosa stava per accadere “Questo mi ammazza”, avrebbe detto un mese fa.

Rispondi