Bimbo incendia casa, Carabinieri e pompieri salvano famiglia dalle fiamme

Il primo pensiero per i militari e i pompieri è stato quello di mettere in sicurezza i familiari

Lieto fine e solo un forte spavento per una giovanissima coppia residente a Petrosino (TP), protagonista di uno spiacevole episodio quando, nella giornata d’ieri, le fiamme si sono sviluppate all’interno del loro appartamento sito nel quartiere popolare di via Gioberti, all’ultimo piano di una palazzina dove vivono con i figlioletti di soli 4 e 2 anni.

All’arrivo dei Carabinieri di Petrosino e dei Vigili del Fuoco di Mazara del Vallo, un’ingente quantità di fumo nero usciva dalla finestra del salotto. I militari dell’Arma, conoscendo gli occupanti e sapendo che in quella casa abitavano due bambini piccoli, sono immediatamente saliti all’ultimo piano della palazzina insieme ai Vigili del Fuoco per cercare di domare le fiamme, sviluppatesi per cause accidentali. Sembra che il figlio più grande della coppia, di soli 4 anni, giocando con un accendino, abbia involontariamente appiccato il fuoco a una poltrona.
Il primo pensiero per i militari e i pompieri è stato quello di mettere in sicurezza i familiari, padre, madre e bimbi che, per fortuna, non hanno inalato i fumi tossici.

Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118, riscontrando il buono stato di salute dei familiari. A incendio domato si dovranno contare i danni che non sarebbero di poco conto. Nonostante il forte spavento, il tempestivo intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco hanno sventato conseguenze peggiori, soprattutto per i bambini piccoli.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.