Home Uncategorized Rapporti con miss minorenni, i due indagati restano in carcere

Rapporti con miss minorenni, i due indagati restano in carcere

0
pampa vicari

LEGGI ANCHE

Francesco Pampa e Massimiliano Vicari restano in carcere

La decisone dopo l’interrogatorio di garanzia che è stato celebrato nei giorni scorsi. Lo ha deciso il Gip dopo che i due imprenditori della moda, finiti al centro di una inchiesta che ruota su presunti giri di prostituzione minorile e presunti abusi, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Presentata istanza al Riesame per Pampa e Vicari

“E’ stata presentata una istanza di scarcerazione al Tribunale del Riesae, l’esito dovrebbe arrivare nei prossimi giorni”, dice a DirettaSicilia il legale del monrealese Francesco Pampa, Renzo Sanseverino. Lo stesso è stato fatto per l’altro indagato, Massimiliano Vicari, difeso dall’avvocato Giovanna Manto. I due intanto restano sotto la misura cautelare in carcere. Si trovano al Pagliarelli di Palermo.

Resta, invece, agli arresti domiciliari il terzo indagato Filippo Giardi, anche lui di Monreale (avvocato difensore Salvino Pantuso). Anche Giardi, durante l’interrogatorio di garanzia dei giorni scorsi, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Le accuse e le indagini

Giardi in una occasione sarebbe andato a cena con Francesco Pampa, una collaboratrice e la ragazza ancora minorenne. Dopo avere bevuto al ristorante, si erano recati, con un’altra bottiglia di vino in un B&B, dove, come ha raccontato la giovane agli investigatori della Squadra Mobile, si era recate diverse volte, anche perché lì facevano pagare poco a Pampa. La ragazzina venne fatta spogliare assieme ad un’altra ragazza. I due uomini si sarebbero scambiati alternativamente le ragazze in rapporti sessuali per la somma di 50 euro.

Francesco Pampa, di Monreale, è accusato di aver avuto rapporti con minorenni, prostituzione minorile, induzione e favoreggiamento della prostituzione di maggiorenne. Massimiliano Vicari, chiamato Max Vicari, palermitano 43, risponde di prostituzione minorile ed induzione e favoreggiamento della prostituzione di maggiorenne.

Articolo precedenteIncidente a Giuliana, meccanico in gravi condizioni
Articolo successivoLa Sicilia Zona Arancione, Musumeci: “Sì se meno contagi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui