Il Pd e La Lega in coro, “Irragionevole zona rossa in Sicilia”

La Lega ha chiesto a Musumeci di tornare alla zona arancione e che vengano aumentati i controlli

Il Pd sosterrà ordine del giorno Lega per la revoca zona rossa. Lo ha annunciato Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito democratico e deputato segretario all’Ars. Così anche i dem siciliani chiedono la revoca della zona rossa in Sicilia e si uniscono alla richiesta della Lega inoltrata oggi a Musumeci.

Sicilia unica regione in Zona Rossa

La Lega, in particolare, ha chiesto a Musumeci di tornare alla zona arancione e che vengano aumentati i controlli delle forze dell’ordine. Sarebbe cioè un modo per far riaprire parecchie attività oggi con l’acqua alla gola e mantenere un certo livello di sicurezza nella lotta al Covid. Musumeci intanto oggi ha convocato i Prefetti chiedendo proprio di aumentare i controlli contro gli indisciplinati della zona rossa.

Intanto la Sicilia resta in zona rossa e da domani sarà l’unica regione d’Italia considerata ad alto rischio di contagio. Piccola consolazione (se consolazione può essere considerata, ma non lo è) la compagnia della Provincia Autonoma di Bolzano che continua a protestare contro questa classificazione e a presentare ricorsi.

La richiesta del Pd dopo quella della Lega

“Ora anche la Lega, attraverso il suo segretario regionale, sposa le ragioni che il Pd aveva illustrato già fin dallo scorso 18 gennaio, e richiama alla responsabilità il presidente della Regione Musumeci affinchè venga revocata una irragionevole zona rossa regionale, circoscrivendo invece l’estrema limitazione solo alle aree dove maggiore è il numero di contagi”. Lo dice Nello Dipasquale parlamentare regionale del Partito democratico e deputato segretario all’Ars.

“Certo appare quantomeno strano che una forza di governo sia costretta a presentare un ordine del giorno, invece di confrontarsi con il presidente nelle adeguate sedi istituzionali. Sembra l’ennesima conferma – continua – di come il presidente Musumeci si ostini a rifiutare il confronto non solo con le opposizioni ma anche con le forze che sostengono il suo esecutivo. Il Pd con grande senso di responsabilità sosterrà l’ordine del giorno della Lega – conclude Dipasquale – per recuperare l’immenso e gravissimo errore commesso dal presidente della Regione”.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.