Furbetti e scuse assurde sull’autocertificazione: “Uscito di notte per insonnia”

Coppiette appartate e un giovane che stava andando a trovare la zia di cui non ricordava l’indirizzo

Tra i controllati c’è anche chi dichiara di non essere riuscito a dormire e di essere uscito di notte per l’insonnia

Ci sarebbe da scrivere un libro sulle scuse dei palermitani che infrangono la zona rossa. Da chi va a trovare i parenti non sapendo nemmeno l’indirizzo alle coppiette appartate.

Quello che davvero non manca ai palermitani è la fantasia e, se qualcuno riesce a farla franca, trovando una scusa plausibile da scrivere nell’autocertificazione, c’è chi trova le scuse più assurde. Tanti i furbetti dell’autocertificazione beccati nella prima settimana di zona rossa a Palermo.

Va in farmacia a Mondello ma abita a Brancaccio

Due fidanzati in auto a Monte Ercta. Un giovane che stava andando a trovare la zia di cui non ricordava l’indirizzo. Un altro ancora che stava andando in farmacia a Mondello ma era residente a Brancaccio. Un altro palermitano ha scordato la prescrizione del medico.

Ma tra i furbetti beccati dalla forze dell’ordine c’è anche chi esce dall’ospedale e va a prendere i medicinali in farmacia. Peccato che viene trovato a due chilometri dall’esercizio commerciale.

Sono stati 26 i multati ieri dalla polizia nel corso dei controlli anti covid in base alle prescrizioni della zona rossa. La zona controllata dai poliziotti è stata quella da Mondello, Partanna e Vergine Maria.

Gli agenti hanno registrato le scuse più fantasiose durante i posti di blocco o le verifiche per strada. I due fidanzati trovati in macchina dopo il coprifuoco nella zona dell’Addaura erano residenti in quartieri distanti dalla zona balneare.

Le raccomandazioni della Polizia

Le forze dell’ordine ricordano che le attuali restrizioni prevedono che ci si possa allontanare dalla propria abitazione solo per ragioni urgenti di lavoro, salute o per raggiungere propri familiari in situazioni di disagio.

Il piano anti-Covid a Palermo

Il primo sabato in zona rossa Musumeci lo trascorre in videoconferenza con i Prefetti siciliani. Obiettivo del vertice in remoto è intensificare i controlli lungo le strade. A Palermo in campo oggi, sabato, ci saranno lungo le strade oltre 200 uomini fra Guardia di finanza, polizia, carabinieri, vigili urbani. Posti di blocco e controlli a campione negli snodi più trafficati. Numerosi saranno i controlli ai negozi e nei locali della movida. Basterà il giro di vite chiesto da Musumeci? Fatto ste che il presidente non esclude affatto la possibilità di un nuovo lockdown.

[irp posts=”17039″ name=”Altro che rossa, questa è zona rosa pallido!, Orlando chiede lockdown totale”]

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.