Home Cronaca Terza ondata Covid, scatta il piano della Sicilia contro i contagi da...

Terza ondata Covid, scatta il piano della Sicilia contro i contagi da esodo

0
aeroporto controlli coronavirus

Scatta il piano per contrastare una nuova andata di Covid-19 in Sicilia in seguito ai rientri dell’esodo di Natale. Sono 200 i medici impegnati ogni giorno nei tamponi per i viaggiatori in arrivo a Palermo. Lo dice il piano di contenimento messo a punto dall’Aso e dalla Regione.

Il piano scatta da domani, 11 dicembre. Tre squadre da 20 medici ciascuno saranno impegnate in 3 turni all’Aeroporto Falcone e Borsellino. Sono 15 le postazioni realizzate dalla Gesap in cui potranno essere effettuati, dalle 6.30 alle 24, circa 3.000 tamponi rapidi al giorno. I positivi faranno il tampone molecolare.

Lo stesso avverrà nei porti dell’isola. Chi arriverà in pullman o in auto è a disposizione il Drive In della Fiera del Mediterraneo che, sin da sabato prossimo 12 dicembre, potenzierà l’offerta a favore dei cittadini. I medici lavoreranno sette giorni su sette, dalle ore 6 alle 20.

“Prevediamo di effettuare oltre 8 mila tamponi al giorno – hanno spiegato Faraoni e Costa – l’obiettivo è di individuare ed isolare i positivi prima che possano entrare in contatto con familiari o amici. L’invito pressante è rivolto, soprattutto, a coloro i quali arriveranno in città con mezzi propri: chiediamo loro di recarsi, ancor prima di raggiungere le abitazioni, al Drive In della Fiera del Mediterraneo che garantirà per 14 ore al giorno i test attraverso i tamponi rapidi”.

Articolo precedenteTragedia nel Palermitano, muore medico a 32 anni
Articolo successivoAllerta meteo, pioggia e neve nelle zone interne

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui