Home Cronaca Terrasini piange il comandante della Nuova Iside, martedì il funerale di Vito

Terrasini piange il comandante della Nuova Iside, martedì il funerale di Vito

0

Il 15 dicembre si terranno i funerali del Capitano Vito Lo Iacono. Si tratta del ragazzo di 27 anni deceduto il 12 maggio scorso durante il naufragio del motopesca Nuova Iside, al largo di San Vito Lo Capo. Sarà Monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, a celebrare il funerale di Vito, nella Chiesa madre di Terrasini.

Vito Lo Iacono era stato dichiarato disperso e solo ieri la madre Rosalba Cracchiolo e la compagna Giovanna Leone hanno finalmente avuto conferma che quel corpo ritrovato il 15 giugno scorso in Calabria appartiene al povero Vito Lo Iacono. La salma arriverà nella mattinata del 15 dicembre a Terrasini, che si prepara ad accogliere la terza vittima del tragico naufragio. Il corpo di Vito Lo Iacono di emerse a giugno a San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria, circa un mese dopo quella tragica notte.

Ieri la procura di Palermo ha comunicato ufficialmente che si tratta del corpo del ventisettenne, Il documento è firmato dal pubblico ministero Vincenzo Amico, che si occupa di fare luce sull’inchiesta del presunto incidente tra il motopesca Nuova Iside e la petroliera Vulcanello.

La notizia era nell’aria già da qualche settimana. Già il 25 novembre scorso erano stati trasmessi gli atti della procura di Palmi, che aveva ordinato gli accertamenti scientifici su quel corpo riaffiorato a San Ferdinando. I rilievi sul corpo martoriato dal mare e gli accertamenti eseguiti attraverso l’analisi del DNA prelevato dai parenti di Lo Iacono, non lasciano dubbi. Quel corpo è del Comandante Vito Lo Iacono. Gli atti della procura di Palmi sono arrivati il 27 dicembre. Dalla perizia emerge la piena compatibilità tra il campione genetico prelevato sui familiari del Comandante e quello dei campioni acquisiti dal corpo recuperato in mare. Finalmente il giovane Vito Loiacono tornerà nella sua terra e lì gli si potrà dare, dopo mesi fatti anche di speranza, una degna sepoltura.

Articolo precedenteAllerta meteo, pioggia e neve nelle zone interne
Articolo successivoNuova ordinanza di Natale Musumeci, ecco cosa cambia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui