Misilmeri zona rossa, da oggi è lockdown totale

Salgono a 410 i positivi nel comune in provincia di Palermo

Si registra un vero e proprio boom di contagi a Misilmeri che da oggi è zona rossa. Salgono a 410 i positivi nel comune in provincia di Palermo.

Ben 46 in più di ieri. Un aumento improvviso tanto che il sindaco Rosario Rizzolo ha dovuto chiedere al presidente della Regione, Nello Musumeci, la dichiarazione della zona rossa. E così è stato. Da oggi fino al 25 novembre, salvo proroghe, Misilmeri sarà zona rossa. Stesso destino per Bronte.

L’ordinanza di Musumeci dunque entra in vigore oggi e proseguirà per i prossimi dieci giorni. A Misilmeri in un mese sono stati più di trecento i positivi scoperti. Il 20 ottobre erano appena 64 ma negli ultimi giorni sono aumentati fino a raggiungere quota 410. Come ha sottolineato il sindaco Rosario Rizzolo, ad essere contagiati nella maggior parte sono interi nuclei familiari che si sono passati a vicenda l’infezione ma sono stati segnalati pure focolai in due
residenze per anziani.

Misilmeri, dopo Palermo, è il centro con il maggior numero di casi di Covid-19 ed è una situazione preoccupante e di difficile controllo — dice il sindaco che si era anche lui ammalato di Coronavirus ma adesso è negativo ed è guarito così come tre assessori -. A questo punto ho deciso di prendere una decisione dolorosa ma doverosa per tutelare i miei concittadini, ho informato il presidente della Regio-ne chiedendo la zona rossa e la chiusura delle scuole. Non è stata una scelta semplice, ma i contagi continuano ad essere troppo alti e ogni iniziativa intrapresa non è stata sufficiente ad arginarli”.

L’ordinanza di Musumeci prevede il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale con mezzi pubblici o privati, di circolare, a piedi o con qualsiasi mezzo pubblico o privato tranne che per esigenze di lavoro, per l’acquisto di generi alimentarie beni di prima necessità e per motivi sanitari. Sono state sospese anche tutte le attività didattiche e scolastiche di ogni ordine e grado e sono stati chiusi al pubblico anche gli uffici pubblici ad esclusione dei servizi essenziali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.