Covid-19, scoppia focolaio in una Rsa di Palermo, positivi anziani e operatori

La struttura ospita anziani non autosufficienti, affetti da Alzheimer e disabili

Scoppia un focolaio di Covid-19 in una Rsa di Palermo. Secondo quanti riportano i sindacati, all’interno della struttura, l’Istituto geriatrico siciliano-Sereni Orizzonti di via Messina Marine, ci sarebbero alcuni operatori positivi ma anche alcuni anziani ospiti della Rsa.

La struttura ospita anziani non autosufficienti, affetti da Alzheimer e disabili. A lanciare l’allarme è la Fp Cgil Palermo. “Siamo stati informati che un grosso focolaio è presente all’interno della struttura – scrivono il segretario generale Fp Cgil Palermo Giovanni Cammuca e Michele Morello, responsabile del terzo settore per la Fp Cgil Palermo, in una lettera inviata all’Asp Palermo e alla Rsa –. Da notizie assunte, al primo caso di positività di un operatore socio sanitario sono stati tempestivamente effettuati i tamponi rapidi a tutto il personale e a tutti i pazienti presenti nella struttura”.

“Purtroppo, la notizia è delle peggiori: nel giro di poco tempo, il virus si è esteso a macchia d’olio, colpendo parecchi pazienti e molti tra operatori sociosanitari, infermieri e impiegati”. La Fp Cgil Palermo chiede, a salvaguardia della salute di pazienti e operatori, un pronto intervento da parte dell’Asp di Palermo. “La struttura deve essere dotata di dispositivi idonei e di personale che possa dare il cambio ai pochi operatori attualmente negativi – aggiungono Cammuca e Morello – Questa situazione, drammatica e in evoluzione, va bloccata prima possibile per evitare che si possa estendere ancora di più”.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.