statistiche accessi

Covid-19, 568 casi e 38 ricoveri in Sicilia, scoppia focolaio in una casa di riposo

Contagi in frenata in Sicilia secondo il bollettino del Ministero della Salute a fronte però della diminuzione domenicale del numero dei tamponi. In Sicilia 38 ricoveri in più, con un incremento in terapia intensiva di 3 pazienti, 167 guariti.

Sono 38 i pazienti ricoverati oggi per Covid-19 a fronte dei complessivi 568 soggetti positivi rilevati così come riportato dal bollettino quotidiano del Ministero della Salute. Il dato dei ricoveri comprende anche le terapie intensive che, nello specifico, oggi vede un incremento di 3 pazienti. Il dato dei guariti è pari a 167 persone. Undici i decessi. I tamponi processati sono stati 4976. Questo il report dei contagi nelle province: 35 Agrigento, 9 Caltanissetta, 121 Catania, 24 Enna, 89 Messina, 220 Palermo, 2 Ragusa, 65 Siracusa, 3 Trapani.

Un focolaio Covid è stato scoperto nella giornata di ieri in una casa di riposo a Palermo. Su 28 assistiti 16 sono stati trovati positivi dopo aver effettuato i tamponi rapidi mentre per tre anziani è statp necessario il ricovero in ospedale. Ieri nella casa di riposo sono arrivati i carabinieri del Nas e i tecnici dell’Asp che hanno eseguito i controlli sulla struttura. Sono in corso accertamenti e verifiche e il rispetto delle norme anti-Covid.

Intanto, in città continuano ad essere chiusi e sanificati diversi uffici a causa di dipendenti positivi. Sono state chiuse al pubblico la postazione decentrata del comune di Palermo di piazza Marina e Noce-Malaspina di via Generale Sirtori. È stata anche avviata la sanificazione e ciò per due casi di positività al covid nei locali.

L’asilo nido comunale “Pantera Rosa”, nel quartiere Altarello, è chiuso da questa mattina in seguito all’accertata positività al “COVID 19” di un dipendente. Sono state immediatamente applicate le procedure previste dai Protocolli anti-Covid e forniti al Dipartimento prevenzione dell’Asp i nominativi di adulti, bambine e bambini che frequentano il nido. L’attività dell’asilo è stata sospesa e i genitori dei piccoli sono stati avvertiti. La struttura educativa resterà chiusa per la sanificazione in attesa che l’Asp fornisca ulteriori indicazioni di carattere sanitario.

In ordine ad un presunto caso di positività al Covid 19 di un dipendente in servizio presso la Città Storica, in via precauzionale è stata disposta la chiusura, per la giornata di domani 27 ottobre, dell’ex Noviziato dei Crociferi al fine di procedere alla sanificazione di tutti i locali. Tutto il personale sarà posto in lavoro agile sino a nuove comunicazioni.

A seguito della comunicazione della positività di un congiunto di un collaboratore, è stata disposta la chiusura del CIT “Bellini” per un intervento di sanificazione che avverrà già da oggi pomeriggio. Contestualmente è stata disposto lo smart working per i dipendenti.

Rispondi