Viene morsa da un ragno e muore, tragedia a Marsala

Roxamunda Constant, la vittima del dramma, è stata morsa da un ragno violino, un piccolo aracnide che vive nei luoghi caldi

Tragedia a Marsala dove una donna è morta dopo essere stata morsa da un ragno. Si tratta di una donna di 51 anni che è sarebbe deceduta a causa del morso di un ragno conosciuto come “ragno violino”.

La donna è morta dopo due settimane di coma a Marsala,in provincia di Trapani.
I sanitari ritengono che la sua morte sia stata causata dal morso dell’aracnide.

La vittima, Roxamunda Constant, rumena residente con la famiglia nella periferia di Marsala, è arrivata all’ospedale “Paolo Borsellino” circa una settimana dopo essere stata morsa dal ragno. La donna lamentava fascite alle gambe. Dopo le sue condizioni di salute si sarebbero aggravate fino a quando è entrata in coma. Dopo due settimane di ricovero in Rianimazione, è morta.

I sanitari dell’ospedale di Marsala sono riusciti a risalire alle cause della morte in seguito ad un esame del sangue. Nel corso della giornata di ieri si sono celebrati i funerali della 51enne.

Il ragno violino è un insetto di piccole dimensioni che vive prevalentemente nei luoghi tropicali e, più recentemente, anche in Italia, privilegiando i luoghi più caldi e afosi. Il suo morso è indolore e può avere i primi effetti anche dopo un paio di giorni.

Il ragno violino trova spesso rifugio in giardino o dentro anfratti e fessure nelle abitazioni domestiche. Di colore marrone-giallastro, si distingue per le zampe lunghe e una caratteristica macchia che ricorda la forma di un violino. I suoi morsi sono inizialmente asintomatici e non comportano dolore, né alterazioni cutanee. Solo nelle ore successive al morso di ragno compare una lesione arrossata con prurito, bruciore e formicolii che nell’arco delle 48-72 ore successive, può diventare necrotica e può ulcerarsi, provocando – in casi estremi – l’amputazione dell’arto interessato o, addirittura, il decesso.

Se di pensa di essere stati punti da u ragno violino, è consigliabile recarsi subito in ospedale.