Corleone, condannato per mafia prende il reddito di cittadinanza

L'azione della Guardia di Finanza di Corleone

La Guardia di Finanza di Corleone, nel corso dei controlli relativi ai benefici erogati dall’INPS, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un cittadino di Corleone, percettore indebitamente del Reddito di Cittadinanza.

In particolare le Fiamme Gialle, da informazioni acquisite a seguito di attività info-investigativa, hanno riscontrato che l’uomo, ammesso al reddito di cittadinanza fin dal mese di aprile 2019, risultava sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di soggiorno nel Comune di Corleone e aveva riportato una condanna in via definitiva per il reato di associazione mafiosa.
Una condizione che preclude l’ottenimento del beneficio.

Per questo motivo i militari operanti hanno proceduto a denunciare C.A. alla Procura della Repubblica di Termini Imerese. La Card del reddito di cittadinanza è stata sequestrata. L’uomo è stato segnalato all’INPS.

Prevista una sanzione amministrativa di revoca/decadenza del beneficio e per il recupero delle somme già indebitamente percepite ammontanti complessivamente ad 9.800 euro.