Incidente mortale, muore l’imprenditore edile Saverio Liardo di 38 anni

Saverio Liardo lascia la moglie Sara e una figlia

Saverio Liardo era uscito solo per fare una passeggiata con la moto che amava tanto ma il destino gli si è voltato contro. È morto dopo che la sua Honda Hornet si è schiantata. Per Saverio Lombardo non c’è stato nulla da fare. È morto sul colpo.

L’icidente mortale si è consumato ieri a Caltagirone ed è l’ennesima tragedia della strada che accade in a Sicilia nel giro di pochi giorni.

La vittima, Saverio Liardo, 38 anni, era un imprenditore edile molto conosciuto. L’uomo è uscito in moto per andare a fare una passeggiata, ma, per cause da accertare, ha perso il controllo delle due ruote, schiantandosi. Per lui non c’è stato nulla da fare.

Il suo corpo senza vita è stato trovato lungo la strada provinciale 102 che collega il comune di Niscemi con Santo Pietro, frazione di Caltagirone. Il motociclista era in sella ad una Honda Hornet con cui di frequente amava muoversi.

La salma dell’uomo è stata trasferita nella camera mortuaria del cimitero di Caltagirone. Non è ancora chiara la dinamica del sinistro mortale, al vaglio dei carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Caltagirone e della locale Stazione.

Sull’asfalto i militari non hanno trovato alcun elemento che possa fare ipotizzare al coinvolgimento di un altro veicolo. Saverio Liardo lascia la moglie Sara e una figlia.

Sul posto, oltre ai familiari distrutti dal dolore, è arrivato anche il sindaco di Niscemi Massimiliano Conti. L’ipotesi più accreditata sarebbe quella del sinistro autonomo.