Dal ricovero a Milano alla guarigione, torna a Partinico Stefania La Fata

Torna finalmente nella sua casa di Partinico Stefania La Fata, giovane siciliana completamente guarita dal Covid-19. La ragazza, originaria di Trappeto, è stata anche ricoverata in terapia intensiva ma ha vinto la battaglia contro il virus. La sua storia è stata raccontata in prima persona sul suo profilo Facebook.

A causa del Covid-19 è stata ricoverata al Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano. “Mi hai bloccato gli arti inferiori,mi hai bloccata a letto,ferma,immobile,senza riuscire neanche a piegare,alzare o spostare le gambe”, ha raccontato sul suo profilo la giovane, che oggi torna a Trappeto. Stefania riabbraccerà la sua famiglia dopo settimane di lontananza.

Ha passato dei brutti momenti la giovane siciliana nel decorso della malattia dopo aver contratto il Coronavirus. “Per tutti quelli che “continuano” a dire che “il Coronavirus è tutto una gran cazzata!”… Io sono qui..così..a combattere per la mia vita da 19 giorni – scriveva – Da 3 giorni ho perso la funzionalità delle gambe, si, da 3 giorni non riesco ad alzarmi,a stare sulle mie gambe, a mettermi in piedi. Mi metto seduta, le guardo, provo ad alzarmi ma loro niente, non rispondono, non hanno la forza di farlo”.

Oggi il sindaco di Trappeto ha dato il bentornata a casa alla concittadina Stefania La Fata che è riuscita a sconfiggere il Covid-19. Adesso Stefania, già risultata negativa al Covid-19, domiciliata a Partinico, dovrà rimanere come previsto a casa per il periodo di quarantena e sarà sottoposta ai controlli sanitari.

Intanto a Trappeto questa mattina il sindaco ha dato un’altra buona notizia. L’Asp di Palermo ha comunicato che tutti i risultati dei tamponi di controllo eseguiti ai soggetti posti in quarantena arrivati a Trappeto dal 14 marzo sono negativi al Covid-19. “Una bella notizia per i nostri concittadini e per la nostra Comunità. Nei prossimi giorni saranno eseguiti altri tamponi di controllo – ha detto il sindaco Santo Cosentino -. Continuiamo a rispettare le regole, utilizzando scrupolosamente i necessari dispositivi di protezione individuale e rimanendo più isolati possibili. Rispettiamo le distanze di sicurezza e restiamo a casa quanto più possibile”.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.