Musumeci ci ripensa, Sicilia non più blindata: più voli e traghetti (VIDEO)

Il Presidente della Regione cambia idea. La sicilia non può restare blindata. Ci sono troppi siciliani che chiedono di poter rientrare e saranno accontentati anche se la parole chiave resta la sicurezza. Dopo le chiusure dei giorni scorsi Nello Musumeci decide di aprire ai rientri da Nord e dall’estero chiedendo a Roma l’aumento dei collegamenti per la Sicilia.

“Ho ricevuto centinaia di richieste da parte di ragazzi, ‘ci faccia a rientrare, ci faccia rientrare’. Sono un padre, sono un nonno e comprendo benissimo l’emozione, l’affetto e le necessità che si pongono in una famiglia”. Lo ha detto il  governatore Nello Musumeci in un video postato su Facebook.

“Ma, credetemi – aggiunge – è difficile fare il mio lavoro, nel dovere trovare il punto di equilibrio per coniugare da una parte le esigenze affettive, e non solo, e dall’altra quelle della prudenza e della cautela per evitare che si possa entrare in Sicilia senza sapere di essere portatori del virus. Come succede anche agli asintomatici. Quando c’è stato il famoso esodo di inizio marzo, su decine di migliaia di persone abbiamo trovato centinaia di positivi che non mostravano assolutamente alcun sintomo. Quindi bisogna stare prudenti per evitare di ricominciare da capo, e la ricaduta sarebbe più complicata della prima fase. Quindi buon rientro a chi ha più di un motivo per rientrare nella nostra isola, per il resto guardiamo avanti”.

Musumeci ha chiesto ad Alitalia di aumentare i voli per Palermo e per Catania da 2 a 4 sperano che possa mantenere i prezzi inalterati. Manteniamo il treno da Roma a Messina e sullo stretto aumentiamo le corse. Tutti i rientrati, una volta, in Sicilia dovranno restare in quarantena fino a quando non saranno sottoposti al tampone.