Home Cronaca Dati alle fiamme gli oggetti sequestrati nelle grigliate dello Sperone e dello...

Dati alle fiamme gli oggetti sequestrati nelle grigliate dello Sperone e dello Zen

0

Sono stati dati alle fiamme gli oggetti sequestrati nel giorno di Pasqua durante le grigliate sui tetti dello Sperone.
A Palermo piove sul bagnato.

Questa notte un incendio è scoppiato dentro il deposito della RAP della zona Oreto. Qualcuno ha appiccato l’incendio allo scarrabile che conteneva gli oggetti posti sotto sotto sequestro durante le grigliate dello Sperone e ieri nel quartiere Zen 2.

Sul posto i Vigili del Fuoco e il presidente della RAP Norata.

Sono state avviate le indagini per risalire ai responsabili dell’atto incendiario.

A Pasquetta le immagini dello Sperone hanno fatto il giro dei sicial e dei TG nazionali. Sono state diverse le famiglie che hanno organizzato una scampagnata alternativa sui tetti. Il tanti sono già stati multati e sono in corso indagini per stabilire se possano essere responsabilità penali.

Ieri allo Zen, c’è stato chi non ha voluto rinunciare alla Pasquetta con tanto di grigliata. I barbecue sono stati sistemati nei cortili tra i casermoni progettati da Vittorio Gregotti.

Nel tardo pomeriggio sono arrivati un elicottero e i poliziotto del reparto mobile in tenuta antisommossa. È stato un fuggi fuggi tra le palazzine basse.

Intanto arrivano le prime sei denunce per le grigliate sul tetto dell’edificio dello Sperone nel giorno di Pasqua.

Le accuse sono di danneggiamento, accensioni pericolose, mentre sono scattate multe per violazione delle misure anticovid. Le persone denunciate rischiano ulteriori contestazioni per aver organizzato la feste sul terrazzo condominiale privo di protezioni.

Avrebbero messo a rischio la loro incolumità e quella dei propri familiari. È al vaglio la questione della potestà genitoriale data la presenza di minori e la situazione di pericolo.

Gli investigatori hanno identificato circa 20 persone del palazzo di piazzale Ignazio Calona. Le indagini hanno consentito di individuare diversi componenti dei nuclei familiari, tutti domiciliati del complesso immobiliare dello Istituto Case Popolari.

Articolo precedenteCovid-19, calano i contagi in Sicilia, 42 positivi e 237 guariti
Articolo successivoFocolaio di Covid19 a Villa delle Palme, Procura di Termini apre fascicolo d’indagine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui