Home Cronaca C’è il vaccino italiano del Covid-19, forse disponibile a settembre

C’è il vaccino italiano del Covid-19, forse disponibile a settembre

0

Si stanno facendo passi da gigante nella ricerca di un vaccino contro il Covid-19 che potrebbe essere disponibile già dal settembre 2020.

Una ricerca italiana, in particolare, a fine aprile avvierà la sperimentazione di un vaccino su 550 volontari. Se il vaccino dovesse dare risultati positivi, si avvierebbe l’iter finale per la somministrazione che prevede il via libera da parte delle autorità.

I test saranno avviati a fine aprile in Inghilterra. Si tratta di test accelerati sull’uomo che prevedono l’impiego di 550 volontari sani. Il vaccino è stato preparato, come si legge su La Repubblica, dall’azienda Advent-Irbm di Pomezia insieme con lo Jenner Institute della Oxford University.

L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato di Irbm, Piero Di Lorenzo. Si prevede, afferma, di “rendere utilizzabile il vaccino già a settembre per vaccinare personale sanitario e Forze dell’ordine in modalità di uso compassionevole”.

Ora il vaccino realizzato in Italia sarà inviato nel Regno Unito per essere sperimentato. “In virtù dei dati acquisiti nelle ultime settimane – continua Di Lorenzo – il primo lotto del vaccino partirà da Pomezia per l’Inghilterra, dove inizieranno i test accelerati su 550 volontari sani”.

L’azienda farmaceutica ha anche chiesto ad aziende ed enti internazionali di contribuire al finanziamento della ricerca al fine di dare un’altra accelerata allo sviluppo del vaccino contro il coronavirus.

Di Lorenzo annuncia che è “ormai in fase finale la trattativa per un finanziamento di rilevante entità con un pool di investitori internazionali e vari Governi interessati a velocizzare ulteriormente lo sviluppo e la produzione industriale del vaccino”.

“Si è deciso di passare direttamente alla fase di sperimentazione clinica sull’uomo, in Inghilterra – spiega Di Lorenzo all’Ansa – ritenendo, da parte della Irbm e della Oxford University, sufficientemente testata la non tossicità e l’efficacia del vaccino sulla base dei risultati di laboratorio, che sono stati particolarmente efficaci”.

La strada verso il vaccino contro il Covid-19 sembra essere spianata e l’Italia sembra destinata a dare un profondo contributo alla fine della pandemia.

Articolo precedente12 aprile, l’ora buia degli idioti Palermo
Articolo successivoDati alle fiamme gli oggetti sequestrati nelle grigliate dello Sperone e dello Zen

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui