Home Cronaca Fine quarantena l’1 maggio è un’altra fake news ma la strada è...

Fine quarantena l’1 maggio è un’altra fake news ma la strada è ancora lunga

0

La quarantena finisce l’1 maggio. Lo ha detto Borrelli. La quarantena finisce il 13 aprile. Lo ha detto Conte. La quarantena finirà il 31 luglio. Lo dice il Decreto. Si danno i numeri sulla fine della quarantena in Italia.

Questo pomeriggio il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha detto che il periodo di quarantena che sta osservando l’Italia a causa della pandemia Covid-19 è destinato a prolungarsi. Anche il 1° maggio lo passeremo chiusi in casa, ha precisato. “Dovremo stare in casa per molte settimane”.  Dopo aver causato il panico generale, è arrivato il passo indietro del capo della Protezione Civile sulla fine del lockdown.

Quindi quando finisce la quarantena? Non c’è una data ancora perchè i contagi sono ancora troppi in Italia e i prossimi giorni saranno fondamentali per capire quali saranno i passi da compiere.

Ha detto all’ANSA che “l’orizzonte temporale resta quello del 13 aprile come annunciato dal presidente del consiglio. Ogni decisione sulle misure restrittive e sull’eventuale ‘fase 2’ spetterà dunque al governo che, come sempre, si avvarrà delle indicazioni del comitato tecnico-scientifico. Nell’intervista – sostiene Borrelli – ho chiaramente detto di non voler dare date e ho ribadito ancora una volta che l’inizio della nuova fase dipenderà dai dati e dall’analisi degli scienziati”.

Ma ormai la frittata era fatta. Un’altra impennata di ricerche sui motori di ricerca si è registrata oggi sulla data presunta della quarantena in Italia. La frese «quarantena quando finisce» è di nuovo schizzata nei trend delle ricerche su Google. «Borrelli 1 maggio», «borrelli 1 maggio a casa» e «borrelli quarantena fino al 1 maggio» sono balzate agli onori di Google.

Angelo Borrelli dopo aver fatto passo indietro sulla fine della quarantena per l’1 maggio ha detto altro. La cosiddetta ‘fase 2’ di convivenza con il coronavirus potrebbe iniziare a metà maggio, anche se al momento non c’è alcuna certezza – ha spiegato il capo della Protezione Civile a ‘Circo Massimo’ ricordando che se si faranno tamponi a tappeto, indagini sierologiche e demoscopiche sulla rete di contagi, spetterà agli esperti del comitato-tecnico scientifico deciderlo. E su questo si sta già lavorando.

Sono complessivamente 85.388 i malati di Coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.339. Giovedì l’incremento era stato di 2.477; 14.681 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 766. Giovedì l’aumento era stato di 760.  Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 119.827.

Articolo precedenteSito Inps down e Pornhub offre i suoi frequentatissimi server
Articolo successivoBuoni spesa, ecco dove scaricare l’autocertificazione da compilare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui