Coronavirus, a Pantelleria zero contagi

Controlli anche al porto dell’isola di Pantelleria

Anche sulle isole minori della Sicilia scattano i controlli anti Coronavirus. A Pantelleria, sulle navi e sugli aerei per l’isola i controlli sono serrati.

Le forze dell’ordine hanno avviato una task force a Pantelleria dove non si è registrato alcun caso di contagio da Coronavirus. Al momento sono attivi diversi presidi al porto e all’aeroporto di Pantelleria.

Gli spostamenti all’interno dell’isola e dall’isola sono consentiti solo a chi presenta reali necessità e dietro la presentazione del l’autocertificazione dalla quale si evinca la reale motivazione.

All’aeroporto di Pantelleria i controlli sono rigidissimi. L’autocertificazione viene richiesta ai controlli di sicurezza agli imbarchi. Accorgimenti di sicurezza anche da parte della compagnia aerea Dat che si occupa del servizio di continuità territoriale con Trapani e Palermo.

“E’ un dovere civico – dice Mariano Rodo, amministratore delegato della Gap – Gestione Aeroporto Pantelleria -. Se saremo bravi ad uscire indenni avremo un risultato ottimale per la prossima estate. Pantelleria sarà una meta ambita per le prossime vacanze”.

Controlli anche al porto dell’isola di Pantelleria. La nave è stata disinfettata al fine di ottenere il via libera alla partenza da parte delle autorità sanitarie. Anche qui vengono compilate le autocertificazioni con particolare attenzione alla provenienza ed i passeggeri vengono invitati a prendere contatti con il medico legale dell’isola in caso provengano dalle zone rosse.

Chi proviene dalle zone rosse deve rimanere in quarantena per almeno 14 giorni. Chi parte da Pantelleria deve dimostrare i motivi urgenti e indifferibili che motivano la partenza.

Intanto Pantelleria è pronta ad affrontare l’emergenza Coronavirus.
Oggi i volontari della Protezione Civile hanno montato la tenda di pretriage che sarà attiva da domani.

“Non ci sono casi di contagio a Pantelleria, lo ribadiamo – dicono dal Comune dell’isola – ma dobbiamo essere pronti ad ogni eventualità. Un grazie alla Protezione Civile per l’impegno costante per la comunità pantesca”.