Home Cronaca Coronavirus, restano 54 i contagi in Sicilia, paura a Capaci per una...

Coronavirus, restano 54 i contagi in Sicilia, paura a Capaci per una donna positiva

0

Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell’Isola, aggiornati alle ore 17 di oggi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale. In totale sono 54 i pazienti, di cui 19 ricoverati e uno in terapia intensiva per precauzione, 34 in isolamento domiciliare e uno guarito, come già comunicato ieri: Agrigento, 11; Catania, 27; Enna, 1; Messina, 2; Palermo, 10; Ragusa, 1; Siracusa, 2.

Discrete le condizioni del camionista 55enne di Terrasini risultato positivo al tampone del Coronavirus. Risultato positivo al test, essendo cardiopatico e mostrando lievi problemi respiratori, e’ stato subito ospedalizzato e già da ieri è ricoverato nel reparto malattie infettive. La famiglia del camionista e’ stata sottoposta alla quarantena a casa ed è seguita telefonicamente dai medici dell’ospedale per eventuali sintomi che si potrebbero manifestare nell’arco dei prossimi 15 giorni.

Sono stazionarie, invece, le condizioni della donna di Capaci risultata positiva al test del tampone del coronavirus effettuato all’ospedale Cervello di Palermo. La donna, rientrata a casa dopo un viaggio all’estero, è passata dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio. Dodici giorni fa ha avvertito un primo stato influenzale e si sarebbe messa in isolamento volontario. In seguito a febbre persistente, venerdì scorso si è recata all’ospedale Cervello di Palermo dove è stata sottoposta ai test clinici del caso. Il tampone ha confermato che la donna è affetta dal virus Covid 19. La paziente è stata ricoverata nel reparto di Malattie Infettive.

La donna il 26 febbraio scorso ha partecipato ad una festa e a Capaci è tanta la preoccupazione. Il sindaco Pietro Puccio ha invitato tutti coloro che nelle scorse settimane hanno avuto dei contatti con la persona infetta, ad informare il proprio medico curante e a sottoporsi all’isolamento per 14 giorni, a partire dalla data in cui è avvenuto l’ultimo contatto.

Intanto in collaborazione con FederFarma, su tutto il territorio nazionale è attivo il numero verde 800 189 521 per la consegna gratuita dei farmaci a domicilio per casi non urgenti riservato esclusivamente alle persone che
sono impossibilitate a recarsi in farmacia e non possono delegare altri soggetti. Per accedere al servizio chiama il numero verde, attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 9 alle ore 17.30.

Articolo precedenteSommossa al carcere Pagliarelli per il Coronavirus, detenuti bruciano lenzuola (VIDEO)
Articolo successivoL’Italia è zona rossa, cosa è vietato e cosa è permesso col decreto #iorestoacasa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui