Coronavirus, guarito un paziente a Ragusa, i casi in Sicilia salgono a 35

Una persona è guarita dal Coronavirus in Sicilia e nessun paziente in regime di terapia intensiva. Lo afferma in una nota la Regione Siciliana.

La Regione rende noto il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi (sabato 7 marzo), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Dall’inizio dei controlli, i laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) hanno effettuato 643 tamponi, di cui 598 negativi e 10 in attesa dei risultati.

Al momento, quindi, sono stati trasmessi all’Istituto superiore di sanità 35 campioni, di cui sette già validati da Roma (tre a Palermo e quattro a Catania).

Risultano ricoverati 8 pazienti (tre a Palermo, tre a Catania, uno a Messina, uno a Caltanissetta, ma proveniente da Agrigento) di cui nessuno in regime di terapia intensiva, mentre 27 sono in isolamento domiciliare.

Questa mattina è stato reso noto che un Carabiniere in forza alla Caserma Carini di Palermo del Comando provinciale è risultato positivo al Coronavirus. LEGGI QUI Il militare è tornato da un viaggio in Trentino Alto Adige il 25 febbraio scorso transitando dall’aeroporto di Verona.

Risulta guarito, dopo il test di conferma eseguito nelle scorse ore, un paziente del Ragusano, mentre dopo ulteriori approfondimenti il paziente ricoverato ieri ad Enna è risultato negativo, pertanto è stato dimesso.

Si chiarisce, ancora una volta, che tutti i contagi accertati in Sicilia sono riconducibili al ceppo delle zone di focolaio del Nord Italia. Nello specifico 12 casi sono afferibili a un cluster proveniente dal Friuli Venezia Giulia.
Il prossimo aggiornamento avverrà domani. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.