Intascava i fondi del partito Sicilia Futura all’Ars, scatta il sequestro

La Guardia di Finanza di Palermo ha scoperto che un dipendente del Gruppo Sicilia Futura all’Ars intascava i soldi concessi dalla Regione al gruppo politico. È scattato il sequestro per un valore di 25 mila euro.

L’indagine è stata coordinata dalla  Procura della Repubblica. Le Fiamme Gialle hanno scoperto che il dipendente.  Antonino Randazzo,  66 anni di Palermo,  agevolato dall’incarico di addetto ai pagamenti e quindi con accesso diretto ai conti correnti del Gruppo Parlamentare, si è appropriato, senza alcuna autorizzazione, di 25 mila euro versate dall’Assemblea Regionale quale contributo in favore della compagine parlamentare.

Il pm ha  emesso un decreto di sequestro preventivo d’urgenza dei beni per un valore corrispondente alle somme di cui il dipendente pubblico si è appropriato.

La Finanza ha quindi sequestrato  un immobile di proprietà dell’indagato, ubicato a Termini Imerese.

Prosegue l’azione della Guardia di Finanza di Palermo, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica, a contrasto dei reati contro la Pubblica Amministrazione e
a tutela della corretta gestione delle risorse pubbliche.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.