Coronavirus, misure “anti contagio” al tribunale di Palermo

L'allarme coronavirus arriva anche al Tribunale di Palermo

L’allarme coronavirus arriva anche al Tribunale di Palermo dove gli uffici giudiziari del distretto di corte d’appello di Palermo hanno dato una serie di disposizioni per la prevenzione della diffusione del contagio.

Al momento non sono arrivate indicazioni da parte delle autorità competenti che facciano pensare a una concreta esposizione a rischio. Non è stata nemmeno accolta la richiesta di sospensione delle udienze presentata dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.

I vertici degli uffici giudiziari hanno però deciso di prendere alcune precauzioni.

I magistrati, togati e onorari, il personale amministrativo, gli avvocati, gli ausiliari, le Forze dell’Ordine dovranno segnalare alle istituzioni sanitarie locali se negli ultimi quindici giorni si siano recati nelle aree a rischio o abbiano avuto contatti con persone provenienti da zone rosse. In caso positivo si valuterà l’opportunità di chiedere loro di astenersi dall’attività lavorativa.

Le udienze civili, inoltre, dovranno essere tenute in base a fasce orarie determinate e potranno essere presenti solo le parti interessate. Nel caso di udienze penali si deve valutare l’eventualità della trattazione a porte chiuse per ragioni di igiene.

Gli avvocati devono ridurre all’essenziale l’accesso nelle cancellerie, in particolare utilizzando gli strumenti telematici, e nella partecipazione alle udienze e alle altre attività processuali eviteranno, per quanto possibile, di
intervenire con i colleghi di studio.

Tutti dovranno mantenere la distanza di sicurezza di un metro e mezzo, lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani, coprirsi bocca e naso, non con le mani, se si starnutisce o si tossisce.

➡️ Per questa e altre news seguici su Facebook.

Il sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento del sito acconsenti all"uso dei cookie ACCETTO più info

Politica sui Cookie